mercoledì 07 dicembre | 18:12
pubblicato il 23/feb/2011 15:56

Un peschereccio di Mazara salva 38 clandestini magrebini

Il Chiaraluna era stato sequestrato dai libici e dai tunisini

Un peschereccio di Mazara salva 38 clandestini magrebini

Il peschereccio di Mazara del Vallo "Chiaraluna" è intervenuto per salvare 38 immigrati magrebini recuperati durante una battuta di pesca nel Canale di Sicilia come documentano le immagini della Guardia di Finanza. Nonostante le difficili condizioni del mare è il peschereccio riuscito ad attraccare al porto di Lampedusa. I clandestini portati in salvo si trovavano da un paio di giorni su una carretta del mare, divenuta ormai ingovernabile a causa di un guasto. I pescatori siciliani insieme alle forze dell'ordine, in questi anni si sono contraddistinti per avere salvato centinaia di vite umane, spesso anche a discapito dei propri interessi. Il "Chiaraluna" ad esempio è stato sequestrato in passato prima dalle motovedette libiche e poi da quelle tunisine che lo hanno bloccato a Sfax per otto giorni.

Gli articoli più letti
Camorra
Intreccio camorra-politica: 11 arresti in Irpinia
Droga
Frosinone, blitz antidroga di Polizia e Carabinieri: 50 arresti
Sicurezza
Gabrielli: militari non c'entrano con controllo territorio
Maltempo
Allerta protezione civile: pioggia e temporali sulla Sicilia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni