venerdì 20 gennaio | 15:31
pubblicato il 06/mar/2014 13:32

Un italiano su tre non si fida degli acquisti online

L'analisi di Coldiretti su un'indagine europea

Un italiano su tre non si fida degli acquisti online

Milano (askanews) - Gli italiani hanno ancora molti timori quando acquistano online. Secondo un'analisi della Coldiretti sull'indagine della Commissione Europea sul cybercrime un italiano su tre non si fida dell'uso di internet per attività come operazioni bancarie o in generale per gli acquisti soprattutto perché si preoccupa che qualcuno possa risalire ai suoi dati personali ed utilizzarli in modo improprio; l'altra motivazione è il timore che i pagamenti via Web non siano ancora del tutto sicuri.Nonostante la diffidenza risulta in forte crescita, ma siamo ancora lontani dalla confidenza con la Rete degli altri Paesi. Infatti la preoccupazione di essere vittima di cyber reati in Italia è superiore rispetto alla media dell'Unione Europea dove la percentuale di persone frenata dal timore di furti di identità si ferma al 28%.

Gli articoli più letti
Maltempo
Prot. Civile: due le vittime accertate all'Hotel Rigopiano
Maltempo
Valanga Rigopiano, Soccorso alpino: trovati vivi 6 dispersi
Maltempo
Valanga su hotel, recuperata un'altra vittima. Bilancio 2 morti
Maltempo
Valanga Rigopiano, Soccorso alpino: morti accertati sono solo 2
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
A Unidata gara per frequenze reti radio a larga banda
Sistema Trasporti
Delrio: "Proporrò sconti sugli abbonamenti del trasporto locale"