venerdì 24 febbraio | 09:48
pubblicato il 06/mar/2014 13:32

Un italiano su tre non si fida degli acquisti online

L'analisi di Coldiretti su un'indagine europea

Un italiano su tre non si fida degli acquisti online

Milano (askanews) - Gli italiani hanno ancora molti timori quando acquistano online. Secondo un'analisi della Coldiretti sull'indagine della Commissione Europea sul cybercrime un italiano su tre non si fida dell'uso di internet per attività come operazioni bancarie o in generale per gli acquisti soprattutto perché si preoccupa che qualcuno possa risalire ai suoi dati personali ed utilizzarli in modo improprio; l'altra motivazione è il timore che i pagamenti via Web non siano ancora del tutto sicuri.Nonostante la diffidenza risulta in forte crescita, ma siamo ancora lontani dalla confidenza con la Rete degli altri Paesi. Infatti la preoccupazione di essere vittima di cyber reati in Italia è superiore rispetto alla media dell'Unione Europea dove la percentuale di persone frenata dal timore di furti di identità si ferma al 28%.

Gli articoli più letti
Maltempo
Allerta protezione civile: in arrivo venti forti al Centro-Nord
Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Papa
Papa: scandaloso dire "sono cattolico" e riciclare denaro
Berlusconi
Berlusconi a pm: minacce da olgettina, voleva 1 mln per tacere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech