sabato 03 dicembre | 16:37
pubblicato il 16/lug/2013 11:15

Umbria: oggi l'autopsia della 19enne cinese trovata morta al Trasimeno

(ASCA) - Perugia, 16 lug - Saranno effettuati oggi l'autopsia e gli esami tossicologici sul corpo della 19enne cinese trovata morta al lago Trasimeno da un gruppo di turisti italiani. Tra le ipotesi al momento al vaglio degli inquirenti, quella che la studentessa - arrivata a Perugia nel marzo scorso ed iscritta all'Universita' per Stranieri da dove a settembre si sarebbe trasferita a Bologna per un corso di laurea all'accademia d'arte - si sia sentita male dopo avere assunto alcool o droga, visto che lo stato in cui il corpo e' stato rinvenuto non evidenzia fratture o altri segni che possano far pensare ad una morte violenta. Si dovra' comunque attendere qualche giorno perche' gli esami forniscano risultati definitivi. A far propendere per l'ipotesi di un malore irreversibile, anche le parole del 37enne, un operario incensurato individuato a Firenze ed ora denunciato, che da tempo intratteneva un rapporto via chat con la giovane. Lo stesso avrebbe raccontato che quello di sabato scorso era il loro secondo incontro; lui era andato a prenderla a Perugia, nell'appartamento di via XX Settembre condiviso con altre inquiline e poi erano rimasti al lago per l'intera giornata. In serata, mentre erano auto, la ragazza - sempre da quanto raccontato - si sarebbe sentita male e nonostante l'impegno profuso per cercare di capire cosa stesse succedendo, lei sarebbe morta. A questo punto nella mente dell'uomo sarebbe scattata la paura; cosi' irrazionale da fargli nascondere alla meno peggio il corpo e scappare fino alla sua casa di Firenze. La rassicurante cornice dove e' stato in pochissimo tempo individuato dai carabinieri di Perugia.

Inevitabile, al momento la denuncia a piede libero per omissione di soccorso, occultamento di cadavere e morte come conseguenza di altro delitto. Inevitabile ma parziale, perche' la storia non e' affatto chiara ne' chiarita. Intanto e' in arrivo nel capoluogo umbro la famiglia della giovane ed anche gli uffici consolari si sono attivati per avere piu' informazioni possibili sulla vicenda. Pure le Associazioni che si occupano di femminicidi si stanno mobilitando.

L'A.V.F. instituita qualche mese fa a Roma e Milano ed in qualche modo legata all'Umbria per avere ottenuto in beneficienza una grossa somma di denaro da un pensionato di Terni, in una nota si e' detta disponibile a fornire assistenza legale alla famiglia di quella che potrebbe essere un'altra vittima.

pg/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Disturbi del sonno? 10 regole ambientali per dormire meglio
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari