mercoledì 18 gennaio | 09:30
pubblicato il 29/lug/2013 12:39

Umbria: GdF, laboratorio tessile di note griffe con lavoratori in nero

(ASCA) - Citta' di Castello (Pg), 29 lug - Un laboratorio tessile gestito da cinesi, per la lavorazione conto terzi dell'abbigliamento di note griffe, in cui 2 dei 5 lavoratori erano in nero ed intenti a confezionare camicie. L'ha scoperto la Guardia di Finanza di Citta' di Castello nell'ambito dei servizi di contrasto al lavoro sommerso disposto dal Comando Provinciale di Perugia. Al termine delle operazioni e' scattata la segnalazione a carico del titolare per la chiusura dell'attivita' a cura della Direzione Territoriale del Lavoro di Perugia. Le sanzioni amministrative prevedono a carico del datore di lavoro la diffida alla regolarizzazione della posizione dei due lavoratori in nero oltre all'irrogazione della ''maxi sanzione'', introdotta dal D.L. n. 12/2002, per un importo complessivo compreso tra un minimo di 3.000 euro ed un massimo 24.000. pg/res

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Cucchi
Cucchi, pm contesta omicidio preterintenzionale a 3 carabinieri
Immigrati
Naufragio nel Mediterraneo, a Trapani 38 superstiti e 4 vittime
Maltempo
Abruzzo ancora al buio, duecentomila persone senza corrente
Maltempo
Protezione civile, ancora allerta per nevicate e forti venti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa