domenica 04 dicembre | 17:29
pubblicato il 29/lug/2013 12:39

Umbria: GdF, laboratorio tessile di note griffe con lavoratori in nero

(ASCA) - Citta' di Castello (Pg), 29 lug - Un laboratorio tessile gestito da cinesi, per la lavorazione conto terzi dell'abbigliamento di note griffe, in cui 2 dei 5 lavoratori erano in nero ed intenti a confezionare camicie. L'ha scoperto la Guardia di Finanza di Citta' di Castello nell'ambito dei servizi di contrasto al lavoro sommerso disposto dal Comando Provinciale di Perugia. Al termine delle operazioni e' scattata la segnalazione a carico del titolare per la chiusura dell'attivita' a cura della Direzione Territoriale del Lavoro di Perugia. Le sanzioni amministrative prevedono a carico del datore di lavoro la diffida alla regolarizzazione della posizione dei due lavoratori in nero oltre all'irrogazione della ''maxi sanzione'', introdotta dal D.L. n. 12/2002, per un importo complessivo compreso tra un minimo di 3.000 euro ed un massimo 24.000. pg/res

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari