martedì 28 febbraio | 09:49
pubblicato il 29/lug/2013 12:39

Umbria: GdF, laboratorio tessile di note griffe con lavoratori in nero

(ASCA) - Citta' di Castello (Pg), 29 lug - Un laboratorio tessile gestito da cinesi, per la lavorazione conto terzi dell'abbigliamento di note griffe, in cui 2 dei 5 lavoratori erano in nero ed intenti a confezionare camicie. L'ha scoperto la Guardia di Finanza di Citta' di Castello nell'ambito dei servizi di contrasto al lavoro sommerso disposto dal Comando Provinciale di Perugia. Al termine delle operazioni e' scattata la segnalazione a carico del titolare per la chiusura dell'attivita' a cura della Direzione Territoriale del Lavoro di Perugia. Le sanzioni amministrative prevedono a carico del datore di lavoro la diffida alla regolarizzazione della posizione dei due lavoratori in nero oltre all'irrogazione della ''maxi sanzione'', introdotta dal D.L. n. 12/2002, per un importo complessivo compreso tra un minimo di 3.000 euro ed un massimo 24.000. pg/res

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Biotestamento
Marco Cappato: Fabo è morto alle 11.40
Maltempo
Allerta Protezione civile: pioggia e venti forti al Centro-Nord
Droga
Maxi operazione antidroga allo Zen di Palermo: 24 arresti
Terremoti
Sisma Centro Italia, Errani: grandissimo rischio spopolamento
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Barcellona: droni, 5G e telefoni vintage al Mobile World Congress
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech