sabato 21 gennaio | 16:23
pubblicato il 28/nov/2013 16:01

Ue: 125 mln a rischio poverta'. Andor, 2014 chiave per crescita equa

Ue: 125 mln a rischio poverta'. Andor, 2014 chiave per crescita equa

(ASCA) - Roma, 28 nov - L'Unione europea punta sul welfare come strumento di crescita economica e chiede un cambio di rotta delle attuali, frammentate, politiche sociali applicate nei differenti Stati membri. A fronte di 125 milioni di persone a rischio poverta' in Europa, infatti, ''con l'applicazione del Social investment pack (Sip), il rafforzamento della dimensione sociale dell'Unione economica e monetaria e la revisione della Strategia Ue, il 2014 offre l'opportunita' di rafforzare il potenziale di crescita dell'Europa''. E' quanto si legge nelle conclusioni del terzo convegno annuale della Piattaforma contro la poverta' e l'esclusione sociale appena tenuta a Bruxelles.

I 700 esperti di 38 paesi riuniti si defiscono ''seriamente preoccupati degli sforzi attualmente in campo per raggiungere l'obiettivo Europa 2020 di sottrarre, entro quella data, almeno 20 milioni di persone dalla condizione di poverta' e inclusione sociale''.

Questo perche' ''ci sono segni di ripresa economica, ma troppo deboli per creare il lavoro e la crescita inclusiva di cui abbiamo bisogno'', come ha indicato, intervenendo al convegno, il commissario Ue del Lavoro, le Politiche sociali e l'Inclusione, Laszlo Andor. ''Con 125 milioni di persone a rischio poverta' ed esclusione sociale - ha proseguito - e' necessario un intervento urgente a tutti i livelli. A livello europeo rafforzare la dimensione sociale dell'Unione economica e monetaria dovrebbe essere una priorita'''.

Da qui, la necessita' che in Unione europea si adotti ''un approccio integrato in sinergia tra i differenti fondi'' destinati al welfare e alla crescita: il Fondo sociale europeo (Fse), il Programma per l'occupazione e l'innovazione sociale, il Fondo per gli aiuti europei ai piu' disagiati.

L'appello agli Stati membri e gli altri stakeholder lanciato dai partecipanti - inclusi il presidente della Commissione Ue, Jose' Manuel Barroso, e quello del Consiglio Ue, Herman Van Rompuy - e' quello a ''creare partnerariati, cooperare e scambiarsi esperienze per incrementare efficienza e l'efficiacia della attuali politiche sociali''.

com-stt/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Incidenti stradali
Schianto bus ungherese, a bordo 15-16enni in gita in Francia
Maltempo
Rigopiano, Vigili fuoco: trovati 10 superstiti, 5 già ricoverati
Incidenti stradali
Pullman ungherese si schianta e prende fuoco in A4, 16 morti
Maltempo
Maltempo, vigili fuoco: in contatto con una donna e due bambini
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4