domenica 19 febbraio | 15:18
pubblicato il 28/nov/2013 16:01

Ue: 125 mln a rischio poverta'. Andor, 2014 chiave per crescita equa

Ue: 125 mln a rischio poverta'. Andor, 2014 chiave per crescita equa

(ASCA) - Roma, 28 nov - L'Unione europea punta sul welfare come strumento di crescita economica e chiede un cambio di rotta delle attuali, frammentate, politiche sociali applicate nei differenti Stati membri. A fronte di 125 milioni di persone a rischio poverta' in Europa, infatti, ''con l'applicazione del Social investment pack (Sip), il rafforzamento della dimensione sociale dell'Unione economica e monetaria e la revisione della Strategia Ue, il 2014 offre l'opportunita' di rafforzare il potenziale di crescita dell'Europa''. E' quanto si legge nelle conclusioni del terzo convegno annuale della Piattaforma contro la poverta' e l'esclusione sociale appena tenuta a Bruxelles.

I 700 esperti di 38 paesi riuniti si defiscono ''seriamente preoccupati degli sforzi attualmente in campo per raggiungere l'obiettivo Europa 2020 di sottrarre, entro quella data, almeno 20 milioni di persone dalla condizione di poverta' e inclusione sociale''.

Questo perche' ''ci sono segni di ripresa economica, ma troppo deboli per creare il lavoro e la crescita inclusiva di cui abbiamo bisogno'', come ha indicato, intervenendo al convegno, il commissario Ue del Lavoro, le Politiche sociali e l'Inclusione, Laszlo Andor. ''Con 125 milioni di persone a rischio poverta' ed esclusione sociale - ha proseguito - e' necessario un intervento urgente a tutti i livelli. A livello europeo rafforzare la dimensione sociale dell'Unione economica e monetaria dovrebbe essere una priorita'''.

Da qui, la necessita' che in Unione europea si adotti ''un approccio integrato in sinergia tra i differenti fondi'' destinati al welfare e alla crescita: il Fondo sociale europeo (Fse), il Programma per l'occupazione e l'innovazione sociale, il Fondo per gli aiuti europei ai piu' disagiati.

L'appello agli Stati membri e gli altri stakeholder lanciato dai partecipanti - inclusi il presidente della Commissione Ue, Jose' Manuel Barroso, e quello del Consiglio Ue, Herman Van Rompuy - e' quello a ''creare partnerariati, cooperare e scambiarsi esperienze per incrementare efficienza e l'efficiacia della attuali politiche sociali''.

com-stt/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Campidoglio
Raggi: vogliamo stadio della Roma ma nel rispetto della legge
Immigrati
Guardia costiera: oggi 358 migranti salvati nel Mediterrano
Cinema
Napoli ricorda Totò a 50 anni da morte con show e set ricreati
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia