lunedì 05 dicembre | 10:24
pubblicato il 23/gen/2015 11:38

Uccisione di animali, condannati i vertici di Green Hill

Stabilito anche risarcimento, sospensione attività, confisca cani

Uccisione di animali, condannati i vertici di Green Hill

Roma, 23 gen. (askanews) - Il Tribunale di Brescia ha condannato per uccisione di animali e maltrattamenti i "vertici" dell'allevamento Green Hill di Montichiari: i giudici hanno stabilito una pena di un anno e sei mesi per il veterinario Renzo Graziosi e per il cogestore dell'allevamento Ghislaine Rondot, mentre il direttore Roberto Bravi è stato condannato a un anno. Assoluzione invece per Bernard Gotti, consulente della Marshall Bioresources.

Il Tribunale ha stabilito infine un risarcimento di 30mila euro, la sospesione delle attività per due anni per i condannati e la confisca definitiva di tutti i cani beagle che erano già stati affidati.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari