domenica 11 dicembre | 05:49
pubblicato il 06/gen/2014 18:28

Tv: Aiart, 2014 sia anno senza spot per gioco d'azzardo

(ASCA) - Roma, 6 gen 2014 - ''Il 2014 sia l'anno in cui gli spot del gioco d'azzardo vengano banditi dalla tv, quanto meno nel prime time. La delega fiscale interviene in tal senso, non sia snaturata e diventi subito norma vigente''. Lo afferma Luca Borgomeo, presidente dell'associazione di tele spettatori cattolici Aiart.

Per Borgomeo, ''se il gioco fa male, non c'e' motivo per cui la tv, soprattutto la tv pubblica, debba resistere nel fare la pubblicita'. Si inizia con forme di gioco d'azzardo che non determinano grande interesse. Poi come con la droga, si avverte la necessita' di aumentare le dosi, e si passa a giochi molto piu' pericolosi che hanno conseguenze sulla salute e sulla situazione patrimoniale - conclude il presidente dell'Aiart -. E quindi, e' evidente che bisogna intervenire subito per evitare che la pubblicita' si avvii verso questo processo negativo, soprattutto per i giovani''.

red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina