martedì 17 gennaio | 14:57
pubblicato il 06/gen/2014 18:28

Tv: Aiart, 2014 sia anno senza spot per gioco d'azzardo

(ASCA) - Roma, 6 gen 2014 - ''Il 2014 sia l'anno in cui gli spot del gioco d'azzardo vengano banditi dalla tv, quanto meno nel prime time. La delega fiscale interviene in tal senso, non sia snaturata e diventi subito norma vigente''. Lo afferma Luca Borgomeo, presidente dell'associazione di tele spettatori cattolici Aiart.

Per Borgomeo, ''se il gioco fa male, non c'e' motivo per cui la tv, soprattutto la tv pubblica, debba resistere nel fare la pubblicita'. Si inizia con forme di gioco d'azzardo che non determinano grande interesse. Poi come con la droga, si avverte la necessita' di aumentare le dosi, e si passa a giochi molto piu' pericolosi che hanno conseguenze sulla salute e sulla situazione patrimoniale - conclude il presidente dell'Aiart -. E quindi, e' evidente che bisogna intervenire subito per evitare che la pubblicita' si avvii verso questo processo negativo, soprattutto per i giovani''.

red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bancarotta
Bancarotta, a Reggio Calabria 7 ordinanze cautelari
Cucchi
Cucchi, pm contesta omicidio preterintenzionale a 3 carabinieri
Immigrati
Naufragio nel Mediterraneo, a Trapani 38 superstiti e 4 vittime
Criminalità
Assalti ai bancomat in Veneto e Lombardia: 15 arresti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Vola il mercato dell'auto nel 2016, crescita a due cifre per Fca
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda Milano, guardaroba Trussardi per l'uomo s'ispira ai tarocchi
Scienza e Innovazione
Spazio, quando Cernan disse: un sognatore tornerà sulla Luna
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa