lunedì 23 gennaio | 00:26
pubblicato il 02/set/2013 12:00

Turismo/ San Vito lo Capo, anche gli Usa al 16mo Cous Cous Fest

Per la prima volta in gara con altri 8 paesi

Turismo/ San Vito lo Capo, anche gli Usa al 16mo Cous Cous Fest

Roma, 2 set. (askanews) - Gli Stati Uniti d'America parteciperanno per la prima volta al Cous Cous Fest, il Festival internazionale dell'integrazione culturale, giunto alla 16esima edizione, che si svolgerà dal 24 al 29 settembre prossimi a San Vito Lo Capo (Trapani). Gli Usa, rappresentati da Maziar Farivar, chef e comproprietario del ristorante Peacock Cafe' a Georgetown Washington, prenderanno parte alla gara gastronomica internazionale che vede confrontarsi chef provenienti da 9 Paesi. Maziar Farivar fa parte dell'American Chef Corps, un gruppo di circa 90 chef professionisti istituito dall'ex segretario di Stato americano Hillary Clinton con lo scopo di utilizzare il cibo e le tradizioni culinarie come nuovo strumento di diplomazia e di integrazione tra i popoli. "E' un onore per noi - ha detto Colombia Barrosse, Console generale degli Stati Uniti d'America a Napoli - essere stati invitati al Cous Cous Fest. Gli Stati Uniti sono un Paese fondato sull'immigrazione, in cui persone provenienti da Paesi diversi hanno introdotto culture e tradizioni diverse, soprattutto culinarie. Anche il cous cous è uno dei tanti fili che compongono la tela della nostra nazione, e il festival rappresenta per noi l'opportunità di mostrare, tramite le ricette di Maziar Farivar, una delle nostre caratteristiche principali, il multiculturalismo". Alla competizione a base di cous cous quest'anno parteciperanno Costa d'Avorio, Francia, Israele, Italia, Marocco, Palestina, Senegal, Stati Uniti e Tunisia Per l'Italia in gara la sanvitese Antonella Pace, chef all'hotel "Mediteraneo" di San Vito Lo Capo, capo delegazione, ed Emanuele Russo, chef di Marsala dove lavora al ristorante "Le Lumie", vincitore delle sfide eliminatorie svolte in occasione del Cous Cous Fest Preview. Una giuria tecnica, presieduta da Roberto Perrone, scrittore e giornalista del Corriere della sera, insieme ad una giuria popolare valuterà i piatti in gara. La giuria tecnica, formata da giornalisti, chef ed esperti, vede la partecipazione dello chef stellato Giancarlo Morelli nel suo ruolo di consulente del Pomiroeu Marrakech, di Chiara Maci blogger e volto di diversi programmi televisivi, del caporedattore della Gazzetta dello sport, Daniele Miccione, di Leonardo Romanelli, giornalista e protagonista di "Chef per un giorno" su La7, di Fernanda Roggero de Il Sole 24Ore e del giornalista americano dell'agenzia di stampa Reuters, Philip Pullella.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Valanga hotel Rigopiano, il numero dei dispersi sale a 24
Terremoti
Enel: diga Campotosto sicura ma deciso un ulteriore svuotamento
Terremoti
Terremoto, pres. Grandi rischi: dighe Campotosto rischio Vajont
Maltempo
Hotel Rigopiano, Curcio: c'è speranza di trovare dispersi vivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4