domenica 04 dicembre | 19:27
pubblicato il 13/feb/2013 16:50

Turismo: Istat, nel 2012 meno viaggi a inizio anno

(ASCA) - Roma, 13 feb - Nel 2012, i trimestri mostrano dinamiche diverse rispetto al calo generalizzato osservato nel confronto trimestrale tra il 2010 e il 2011, con l'eccezione del periodo invernale (gennaio-marzo), che mostra un'ulteriore flessione del totale dei viaggi (-21,7%). E' quanto si legge dal Report 2012 dell'Istat riguardante i viaggi e vacanze in Italia e all'estero. Rispetto al primo trimestre del 2011, infatti, i viaggi passano da circa 16 milioni a poco piu' di 12 milioni e 500 mila, in conseguenza del calo di vacanze lunghe (-31,1%) e viaggi di lavoro (-44,2%). Il periodo aprile-giugno, invece, evidenzia un andamento opposto rispetto allo stesso periodo del 2011, con un aumento dei viaggi totali (+14,9%), dovuto all'incremento sia delle vacanze brevi (+18%), sia dei viaggi di lavoro (+42,7%).

Negli ultimi due trimestri dell'anno il totale dei viaggi non subisce variazioni di rilievo rispetto agli stessi periodi del 2011, anche se nel terzo trimestre si osserva un calo delle vacanze brevi (-17,1%) e un aumento dei viaggi di lavoro (+49,4%), mentre nel periodo ottobre-dicembre i viaggi d'affari diminuiscono del 37,3%.

A differenza dei viaggi, il numero delle notti trascorse in viaggio rimane stabile in ogni trimestre dell'anno.

Tra gennaio e marzo, poiche' la diminuzione del numero di viaggi non si associa al calo dei pernottamenti, la durata media delle vacanze registra un leggero aumento (da 4,5 a 4,9 notti). Viceversa, nel secondo trimestre, l'incremento dei viaggi, accompagnato anche in questo caso dalla sostanziale stabilita' delle notti, determina la diminuzione della permanenza media per i viaggi di vacanza (da 4,5 a 3,9 notti). Nel primo trimestre si osserva inoltre un aumento della durata media dei viaggi di lavoro (da 2,4 a 3,2 notti), che diminuisce nel periodo successivo (da 3,7 a 2,5 notti). Le durate medie mostrano oscillazioni anche nel quarto trimestre (da 3,8 a 4,5 notti per le vacanze e da 3,3 a 2,8 notti per i viaggi di lavoro), mentre nel terzo si osserva un aumento solo per i viaggi di lavoro (da 2,9 a 3,6 notti).

red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari