lunedì 27 febbraio | 17:25
pubblicato il 24/apr/2013 10:08

Turismo: Federalberghi, 56 mln italiani a casa per ponte 25 aprile

Turismo: Federalberghi, 56 mln italiani a casa per ponte 25 aprile

(ASCA) - Roma, 24 apr - Saranno circa 4,35 milioni gli italiani in vacanza, che pernotteranno almeno una notte fuori casa per il 'ponte' del 25 aprile, per una flessione dell'11,3% rispetto al 2012. Questo significa che circa 56 milioni di italiani rimarranno a casa. ''E' un ulteriore campanello d'allarme quello che fa squillare la previsione turistica per il 'ponte' del 25 aprile, destinato a vedere appena il 7,3% di italiani in viaggio, approfittando dell'opportunita' offerta dal calendario''. E' quanto sostiene il presidente della Federalberghi, Bernabo' Bocca, alla lettura dei dati relativi ad una indagine realizzata in esclusiva dall'Istituto ACS Marketing Solutions.

Tra tutti coloro che partiranno, il 92% scegliera' in Italia (circa 4 milioni di persone), mentre un 6,4% andra' all'estero (circa 279 mila persone) prediligendo nel 64% dei casi le Grandi Capitali europee. Per chi restera' l'Italia il mare sara' la scelta privilegiata (49% delle preferenze vs 48% del 2012), seguito dalla montagna al 22% (vs 21%), dalle localita' d'arte maggiori e minori che si attesteranno sul 16% della domanda (vs 19%), mentre le terme registreranno quasi il 3% (vs 4%) e le localita' lacuali il 2%. L'albergo mantiene la testa della classifica con circa il 30% delle preferenze (vs 34% del 2012), seguito dalla casa di parenti o amici che sara' prescelta dal 24% degli italiani (vs 20%) e dalla casa di proprieta' che raccogliera' il 17% della domanda (in linea col 2012). La spesa media pro-capite (comprensiva di trasporti, cibo, alloggio e divertimenti) si attestera' sui 328 Euro (310 Euro per chi resta in Italia -vs 317 Euro del 2012- e 468 Euro per chi andra' all'estero -vs 455 Euro del 2012-), per un giro d'affari pari a 1,4 miliardi di Euro (vs 1,6 mld del 2012 per un calo del 12,5%) ed una durata media della vacanza che si attestera' sulle 2,7 notti (vs 2,8 notti). ''Risultati drammaticamente negativi, -conclude Bocca- che ci spingono a dire come per le imprese sia ormai quasi impossibile sopravvivere con questi cali ed a sollecitare l'avvento di un Esecutivo capace di cogliere con urgenza quelle che sono le priorita' delle aziende e dei lavoratori in esse occupati''.

com/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Biotestamento
Marco Cappato: Fabo è morto alle 11.40
Criminalità
Rapine ed estorsioni a Napoli, 47 misure cautelari
'Ndrangheta
'Ndrangheta, sequestrati a imprenditore colluso beni per 2,5 mln
Terremoti
Sisma Centro Italia, Errani: grandissimo rischio spopolamento
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Specie a rischio, dalla genetica molecolare un aiuto per salvarle
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech