giovedì 08 dicembre | 17:50
pubblicato il 29/gen/2015 19:28

Turandot il primo maggio, appello di Pisapia a dipendenti Scala

Scelta legittima di non lavorare "può essere rivalutata"

Turandot il primo maggio, appello di Pisapia a dipendenti Scala

Milano (askanews) - Il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, ha rivolto un nuovo appello alla "riflessione" ai dipendenti del Teatro alla Scala che non intendono timbrare il cartellino il primo maggio, giorno della festa del lavoro, ma anche della prima della Turandot in onore dei capi di Stato attesi a Milano per l'inauguraziine dell'Expo 2015. "Chiaramente è una scelta del tutto legittima, ma ritengo che forse possa essere rivalutata dai lavoratori della Scala. Sappiamo tutto che il primo maggio è una giornata fondamentale anche per il lavoro e l'occupazione, quindi anche per l'uscita dalla crisi. Io faccio appello a una riflessione, voglio dire a chi ha dubbi che Palazzo Marino e il sindaco sono sempre disponibili al dialogo" ha detto Pisapia a margine della prsentazione di un accordo con gli esercenti su Expo 2015.

Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni