domenica 04 dicembre | 22:05
pubblicato il 16/mag/2013 18:39

Tumori: 50% ospedali senza riabilitazione. Ma terapia dolore in 8 su 10

Tumori: 50% ospedali senza riabilitazione. Ma terapia dolore in 8 su 10

(ASCA) - Roma, 16 mag - Nella meta' degli ospedali italiani mancano i servizi di riabilitazione, fondamentali per la qualita' di vita dei pazienti colpiti da tumore. E, se presenti, risultano quasi esclusivamente disponibili per la sola riabilitazione fisica delle donne operate per carcinoma mammario. Drammatica la situazione dell'assistenza domiciliare con marcate differenze regionali (si va dai 153 casi per 100mila abitanti in Toscana ai 91 nel Lazio fino ai 34,6 in Emilia Romagna). Preoccupante anche la disomogeneita' territoriale nella distribuzione dei centri di Radioterapia oncologica: dei 184 totali, 83 si trovano al Nord, 51 al Centro e 50 al Sud. E i LINAC (acceleratori lineari), apparecchiature fondamentali per i trattamenti radioterapici, sono ben al di sotto degli standard europei: ve ne sono 361, con una media nazionale di 6.1 per 1 milione di abitanti (quella attesa dalla UE e' compresa fra 7 e 8). Migliorano invece, rispetto al passato, i servizi di terapia del dolore, presenti nell'85% delle realta' sanitarie (89% al Nord, 81% al Centro, 80% al Sud-Isole). Maggiore attenzione anche al benessere mentale dei pazienti. E' la fotografia scattata nel V Rapporto sulla condizione assistenziale dei malati oncologici, presentato oggi al Senato, che contiene un focus dedicato a cure simultanee, continuita' assistenziale e cure palliative, i cui dati sono ricavati dal Libro Bianco dell'Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM). I dati contenuti nel Rapporto rappresentano il cardine per cementare l'alleanza fra pazienti, societa' scientifiche e Istituzioni.

''La maggior disponibilita' dei servizi rispetto al passato, che emerge dall'analisi - sottolinea Francesco De Lorenzo (presidente FAVO, Federazione italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia) -, e' pero' ancora lontana dal garantire a tutti i pazienti oncologici una vera presa in carico globale e un percorso coordinato che integri le terapie antitumorali e le cure riabilitative e palliative nell'intero percorso assistenziale, raggiungendo l'obiettivo di ottimizzare la qualita' della vita''. Ancora scarsa l'attenzione agli aspetti della comunicazione. Infatti nel 33% delle oncologie non sono presenti spazi informativi dedicati all'orientamento sull'accesso ai servizi, all'informazione sulla malattia oncologica e sui diritti legati alla vita lavorativa e alle indennita' assistenziali.

''L'estensione dei servizi di terapia del dolore - afferma Stefano Cascinu, presidente AIOM - e' sicuramente frutto dell'applicazione della legge 38 del 2010 e dell'impegno del Ministero della Salute. Sono infatti aumentati negli ultimi anni, passando dal 72% nel 2006 all'85% nel 2012. In crescita anche le cure palliative, erogate dal 65% delle strutture ospedaliere. Sappiamo che molti sintomi correlati al cancro, il dolore in particolare, si possono manifestare in tutte le fasi della malattia.

Negli ultimi anni un numero consistente di studi ha dimostrato l'utilita' di associare in modo sistematico alle terapie antitumorali il trattamento dei sintomi causati dal cancro, ottenendo non solo un beneficio su tutti i parametri di qualita' della vita, ma anche, in alcuni casi, un allungamento della sopravvivenza''. Non si tratta solo di garantire, in fase avanzata di malattia, la continuita' delle cure, ma di inserire le terapie per il controllo dei sintomi in contemporanea ai trattamenti antitumorali. In Italia siamo ancora lontani dalla completa applicazione del modello di cure simultanee, previsto come obiettivo prioritario nel Piano Oncologico Nazionale 2010-12.

red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari