martedì 06 dicembre | 22:49
pubblicato il 01/giu/2013 14:28

Truffe: Carabinieri scoprono nuova frontiera furto a sportelli Bancomat

Truffe: Carabinieri scoprono nuova frontiera furto a sportelli Bancomat

(ASCA) - Roma, 1 giu - Si chiama 'cash trapping' ed e' la nuova frontiera del furto mediante la manomissione degli sportelli bancomat e postamat: una nuova tecnica per derubare i clienti delle banche e uffici postali agli sportelli automatici.

Il fenomeno e' stato scoperto dai carabinieri che hanno arrestato due persone. Il primo caso e' stato scoperto a Torino nei giorni scorsi dai militari del Nucleo Radiomobile in un bancomat della filiale Intesa Sanpaolo di corso Vittorio Emanuele 110. La manomissione e' stata denunciata dalla direttrice delle banca dopo che i tecnici della manutenzione, chiamati a verificare il malfunzionamento del distributore automatico, hanno trovato una forcella ''estranea ai normali ingranaggi'' incastrata all'interno della cinghia trasportatrice del denaro. Il 'cash trapping' sfrutta una tecnica elementare ma subdola, perche' non mostra alcuna alterazione visibile della struttura dello sportello. Si tratta, infatti, dell'inserimento di una forcella metallica appositamente costruita nello sportellino di fuoriuscita delle banconote. Gli sventurati possono concludere tutte le operazioni di prelievo sino alla visualizzazione della dicitura ''Operazione completata/importo erogato'', ma le banconote non fuoriescono dallo sportellino, che rimane chiuso. A quel punto, il cliente, imputando il disguido a un guasto tecnico, solitamente si allontana, deciso a reclamare il disservizio all'istituto di credito in un secondo momento. Peccato che, una volta girato l'angolo, i truffatori, che stazionano nei dintorni siano pronti a forzare lo sportellino e a recuperare la forcella, estraendola con tutte le banconote trattenute. Cosi', anche a Torino, i Carabinieri della Stazione Torino Po Vanchiglia hanno sorpreso ieri sera 2 cittadini romeni, di 26 e 48 anni, entrambi con precedenti, mentre stavano armeggiando freneticamente nei pressi di uno sportello bancomat di via Mazzini. Intervenuti per verificare cosa stesse accadendo, i militari hanno scoperto che i ladri stavano recuperando la forcella con il bottino dell'ultima vittima, 150 euro. Uno dei due fermati era ricercato dalla Procura di Genova per aver realizzato altre truffe con la tecnica ''cash trappiung'' in Liguria. com-rba/sam/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Calcio
Avviato procedimento disciplinare per vigile tifoso della Roma
Mafia
Operazione antimafia tra Ragusa e Caltanissetta: sette arresti
Violenza minori
A Napoli abbandona neonato in spazzatura:arrestata, bimbo salvo
Papa
Il papa: le chiese siano oasi di bellezza in periferie degradate
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Robotica soft, macchine più versatili ispirate a piante e animali
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni