domenica 04 dicembre | 11:31
pubblicato il 27/nov/2014 13:44

Truffa sulle case popolari, 9 amministratori indagati a Roma

Rivendevano gli edifici a prezzo maggiorato

Truffa sulle case popolari, 9 amministratori indagati a Roma

Roma (askanews) - Prendevano i finanziamenti pubblici per costruire case popolari ma poi le rivendevano ad un prezzo maggiorato a chi ne aveva diritto. A Roma nove amministratori di due cooperative sono stati denunciati dai finanzieri del Comando provinciale per tentata concussione ed estorsione aggravata. Una vicenda andata avanti per anni che ha portato ora al sequestro di 13 appartamenti nella zona di Tor Vergata e delle quote societarie delle cooperative edilizie coinvolte.

Le indagini si sono sviluppate grazie alla denuncia di 13 inquilini che si sono rifiutati di pagare il prezzo maggiorato a differenza di altre 63 famiglie. Un no che è costato loro la notifica di sfratto, ora evitato.

Gli amministratori grazie ai profitti illeciti avrebbero guadagnato oltre 1 milione e 300mila euro extra.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari