lunedì 27 febbraio | 01:11
pubblicato il 27/nov/2014 13:44

Truffa sulle case popolari, 9 amministratori indagati a Roma

Rivendevano gli edifici a prezzo maggiorato

Truffa sulle case popolari, 9 amministratori indagati a Roma

Roma (askanews) - Prendevano i finanziamenti pubblici per costruire case popolari ma poi le rivendevano ad un prezzo maggiorato a chi ne aveva diritto. A Roma nove amministratori di due cooperative sono stati denunciati dai finanzieri del Comando provinciale per tentata concussione ed estorsione aggravata. Una vicenda andata avanti per anni che ha portato ora al sequestro di 13 appartamenti nella zona di Tor Vergata e delle quote societarie delle cooperative edilizie coinvolte.

Le indagini si sono sviluppate grazie alla denuncia di 13 inquilini che si sono rifiutati di pagare il prezzo maggiorato a differenza di altre 63 famiglie. Un no che è costato loro la notifica di sfratto, ora evitato.

Gli amministratori grazie ai profitti illeciti avrebbero guadagnato oltre 1 milione e 300mila euro extra.

Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech