giovedì 23 febbraio | 20:16
pubblicato il 15/dic/2012 12:42

Truffa Sanità: cure gratis senza diritto, 213 denunciati

Mentivano sull'autocertificazione, altri risiedevano all'estero

Truffa Sanità: cure gratis senza diritto, 213 denunciati

Milano, 15 dic. (askanews) - Cure e medicinali gratuiti senza averne alcun diritto. I finanzieri della Compagnia Ventimiglia hanno scoperto 213 cittadini italiani che truffavano il sistema sanitario nazionale, già provato dai troppi sprechi. La finanza ha individuato due diversi metodi per non pagare il ticket sanitario. 162 persone avevano mentito sull'autocertificazione, approfittando di una legge regionale che permette l'esenzione ai disoccupati e a chi ha un reddito inferiore a 8.263 euro semplicemente presentando l'autocertificazione al medico di famiglia. Un raggiro da 30mila euro, tutti sottratti alle casse pubbliche. Altri 51 cittadini italiani invece continuavano ad usufruire del sistema sanitario nazionale nonostante vivesse all'estero da tempo. In particolare ne approfittavano per visite mediche specialistiche, e esami clinici acquisto di medicinali.

Gli articoli più letti
Papa
Papa: scandaloso dire "sono cattolico" e riciclare denaro
Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Maltempo
Allerta protezione civile: in arrivo venti forti al Centro-Nord
Milano
Dopo le palme in piazza Duomo a Milano arrivano i banani
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech