giovedì 08 dicembre | 02:08
pubblicato il 05/apr/2011 13:24

Truffa a Roma bene, Procura: nessuna indagine su clienti

"Non rischiano accuse per reati fiscali o di riciclaggio"

Truffa a Roma bene, Procura: nessuna indagine su clienti

Roma, 5 apr. (askanews) - "Non è stato ipotizzato alcun reato e non è stata effettuata alcuna iscrizione nel registro degli indagati" rispetto ai clienti, più o meno noti, che avevano affidato i loro risparmi alla Egp Italia. A sottolineare che i vip citati da diversi organi di stampa non rischiano nulla è un comunicato ufficiale diffuso dalla Procura di Roma. La settimana scorsa per le truffe è finito in carcere il manager Gianfranco Lande insieme ad alcuni suoi collaboratori. Nella nota si sottolinea diffusa dai magistrati: "E' ugualmente doveroso chiarire che - a prescindere da ogni necessaria verifica sulla genuinità e veridicità delle liste di clienti che sono state pubblicate su alcuni quotidiani - la presenza di un nominativo in tali liste non autorizza in alcun modo ad ipotizzare la commissione o il coinvolgimento in reati fiscali o di riciclaggio".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sicurezza
Gabrielli: militari non c'entrano con controllo territorio
Camorra
Intreccio camorra-politica: 11 arresti in Irpinia
Maltempo
Allerta protezione civile: pioggia e temporali sulla Sicilia
Droga
Frosinone, blitz antidroga di Polizia e Carabinieri: 50 arresti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni