mercoledì 07 dicembre | 19:52
pubblicato il 26/ago/2011 11:51

Trieste, cadavere bruciato con mani e piedi legate: un fermo

La vittima sarebbe un 23enne triestino, movente:regolamento conti

Trieste, cadavere bruciato con mani e piedi legate: un fermo

Roma, 26 ago. (askanews) - Il cadavere semicarbonizzato, legato mani e piedi, di un giovane è stato trovato in un appartamento abbandonato in via Gemona, rione Gretta a Trieste. La polizia di Trieste ha fermato una persona, sospettata di aver preso parte al delitto. E' ancora in corso l'identificazione della vittima, ma secondo i primi riscontri degli investigatori, si tratterebbe di un ragazzo di 23 anni, triestino, con piccoli precedenti e il movente dell'omicidio sarebbe da rintracciare in un regolamento di conti tra gruppi di piccoli criminali e violenti del vicino rione Roiano. Anche il fermato, triestino, conta alcuni precedenti per violenza e minacce. La vittima sarebbe stata quindi portata nell'edificio fatiscente di via Gemona, spesso rifugio di senza tetto, e qui uccisa, poi il cadavere dato alle fiamme.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Camorra
Intreccio camorra-politica: 11 arresti in Irpinia
Droga
Frosinone, blitz antidroga di Polizia e Carabinieri: 50 arresti
Sicurezza
Gabrielli: militari non c'entrano con controllo territorio
Maltempo
Allerta protezione civile: pioggia e temporali sulla Sicilia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni