lunedì 20 febbraio | 06:02
pubblicato il 16/feb/2017 13:13

Tribunale minorenni Napoli toglie figli a boss della camorra

Disposta collocazione in case famiglia fuori regione

Napoli, 16 feb. (askanews) - Responsabilità genitoriale sospesa per alcuni elementi di spicco ed affiliati al clan camorristico Elia di Napoli. A deciderlo il tribunale per i Minorenni del capoluogo campano che ha disposto la collocazione in case famiglia fuori dalla Campania per sei bambini d'età compresa tra i tre e i 14 anni. Ad eseguire il provvedimento i carabinieri della Compagnia Napoli Centro. Cinque dei sei bimbi sono figli di persone considerate esponenti del clan attivo nella zona del Pallonetto di Santa Lucia e coinvolte nell'operazione dello scorso 17 gennaio, coordinata dalla Dda partenopea. Il blitz portò all'esecuzione di misure cautelari nei confronti di 45 persone. In quell'occasione fu anche smantellata una piazza di spaccio nella quale erano impiegati anche minori sia nelle attività di vendita che nel confezionamento della droga. Quattro dei sei bambini oggetto del provvedimento sono fratelli, mentre un quinto è cugino di questi ultimi.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia