sabato 03 dicembre | 14:37
pubblicato il 14/ago/2011 20:09

Trentottenne ucciso a Roma, confessa il padre della ex

L'omicidio dopo l'ennesima aggressione verbale

Trentottenne ucciso a Roma, confessa il padre della ex

Roma, 14 ago. (askanews) - Ha confessato l'autore dell'omicidio del 38enne ucciso ieri notte in un'area di servizio a Roma. Il 38enne da tempo perseguitava l'ex convivente che lo aveva anche denunciato. I carabinieri di Roma hanno fermato il padre della donna, un 63enne romano, con precedenti, perchè ritenuto responsabile dell'omicidio in concorso con altre tre persone. Il fermato di fronte agli elementi raccolti nei suoi confronti, ha ammesso le proprie responsabilità. L'indagine ha ricondotto l'aggressione ai numerosi atti persecutori subito dal fermato e dalle sue due figlie. In particolare il 63enne ieri sera dopo aver subito un'ulteriore aggressione verbale nei pressi della propria abitazione con minacce di morte, avrebbe organizzato una spedizione punitiva rincorrendo la vittima con un mezzo rubato e poi intercettandolo nell'area di servizio. Qui il 38enne, mentre faceva benzina, è stato aggredito con armi improprie e, a seguito delle gravi ferite riportate, è deceduto presso l'ospedale Sandro Pertini poco dopo il ricovero. Il 63enne è stato condotto a Regina Coeli.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari