domenica 04 dicembre | 17:16
pubblicato il 03/ott/2011 07:26

Trasporti/ Oggi sciopero Usb: a Roma a rischio bus,tram e metro

Protesta dalle 8:30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio

Trasporti/ Oggi sciopero Usb: a Roma a rischio bus,tram e metro

Roma, 3 ott. (askanews) - A rischio oggi anche a Roma bus, tram, metrò, ferrovie e servizi per lo sciopero nazionale di 24 ore del trasporto pubblico indetto da Usb Lavoro privato-Comparto trasporti. Nella capitale la protesta si svolgerà dalle 8:30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio e coinvolgerà, a livello locale, Atac, Roma Tpl, Cotral e Roma Servizi per la Mobilità. Per limitare i possibili disagi, rende noto l'Agenzia per la Mobilità, il Comune ha disposto la disattivazione delle Zone a traffico limitato diurne. Nella giornata di oggi, quindi, saranno a rischio bus, tram, metropolitana e ferrovie urbane Roma Lido, Termini Giardinetti e Roma Civita-Castellana Viterbo, le linee periferiche gestite da Roma Tpl, i trasporti regionali gestiti da Cotral. Nella protesta è coinvolto il personale viaggiante e interno, compresi addetti alla verifica dei titoli di viaggio, addetti ai parcheggi, ausiliari del traffico e lavoratori delle biglietterie. Sono esclusi dallo sciopero portieri, guardiani, addetti ai centralini telefonici e ai servizi di sicurezza, compresi quelli delle metropolitane. La protesta si svolgerà nel rispetto delle fasce di garanzia.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari