lunedì 23 gennaio | 07:57
pubblicato il 10/mar/2011 16:12

Trasporti/ Domani a Roma rischio paralisi per sciopero e cortei

E i sindacati di base protestano in tutta Italia

Trasporti/ Domani a Roma rischio paralisi per sciopero e cortei

Roma, 10 mar. (askanews) - Si annuncia un venerdì a rischio paralisi per il trasporto pubblico locale a Roma. Domani, infatti, nella capitale è in programma uno sciopero di bus e metropolitane, mentre dalla 9 alle 14 in pieno centro urbano, da piazza della Repubblica a piazza Navona, è previsto un corteo di protesta. Lo sciopero all'Atac e alle Officine grandi revisioni (Ogr) si articolerà a scaletta in fasce di otto ore, concentrate tra le 8.30 e le 16.30, e di ventiquattro ore. La protesta è stata decisa da tutte le organizzazioni sindacali di categoria: Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl trasporti, Sult, Orsa, Faisa-Cisal (che sciopera 24 ore dalle 8.30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio) e Usb (lo sciopero dell'Unione dei sindacati di base è stato proclamato a livello nazionale e locale e durerà 24 ore). In Roma Tpl, società che gestisce le linee periferiche, lo sciopero proclamato da Usb, Sult e Orsa è di 24 ore (dalle 8.30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio). Alla proclamazione dello sciopero si è giunti dopo che i sindacati hanno dichiarato "insoddisfacenti" le risposte delle aziende in merito alla questione delle esternalizzazioni delle lavorazioni e dell'organizzazione del lavoro nel settore manutentivo di ex-Trambus ed ex-Metro. Inoltre i sindacati contestano la disposizione gestionale relativa alle modalità di fruizione delle ferie e dei permessi contrattuali. Spostarsi in città e raggiungere Roma dalle periferie e dai centri limitrofi con i mezzi pubblici sarà, dunque, quasi impossibile. La protesta si svolgerà comunque nel rispetto delle fasce di garanzia. Nella giornata saranno a rischio bus, tram, metro e ferrovie urbane Roma Lido, Termini Giardinetti e Roma Civita-Castellana-Viterbo. Incrocerà le braccia, infatti, il personale viaggiante e interno, compresi gli addetti alla verifica dei titoli di viaggio, addetti ai parcheggi, ausiliari del traffico e lavoratori delle biglietterie. Sono esclusi dallo sciopero portieri, guardiani, addetti ai centralini telefonici e ai servizi di sicurezza compresi quelli delle metropolitane. Saranno possibili disagi, per chi utilizza i mezzi pubblici, già dalla notte tra giovedì e venerdì.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Valanga hotel Rigopiano, il numero dei dispersi sale a 24
Terremoti
Enel: diga Campotosto sicura ma deciso un ulteriore svuotamento
Terremoti
Terremoto, pres. Grandi rischi: dighe Campotosto rischio Vajont
Maltempo
Hotel Rigopiano, Curcio: c'è speranza di trovare dispersi vivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4