lunedì 05 dicembre | 21:50
pubblicato il 07/mar/2015 16:17

Trasparenza fiscale, colloqui fra governo e Vaticano

Questione rilanciata da Renzi nei giorni scorsi

Trasparenza fiscale, colloqui fra governo e Vaticano

Roma (askanews) - Trattative in corso fra governo e Santa Sede sul tema della trasparenza fiscale. La questione era stata rilanciato dal premier Matteo Renzi in un'intervista all'Espresso, dopo gli accordi raggiunti con la Svizzera in materia di trasparenza fiscale: "Non c'è solo la Svizzera - aveva detto Renzi - Io, per esempio, spero di recuperare un po' di denari anche dal Vaticano. Stiamo discutendo. Quello che abbiamo fatto con la Svizzera, con Montecarlo o con il Liechtenstein vogliamo farlo anche con il Vaticano".

Un'eventualità confermata anche da Padre Lombardi che ha parlato di colloqui in corso per raggiungere una più completa trasparenza a fini fiscali. Il Vaticano, che non è in alcuna black list italiana, nei mesi scorsi aveva dato il via a diversi cambiamenti nella Banca, verso l'adeguamento agli standard internazionali in materia di anti-riciclaggio.

Gli articoli più letti
Maltempo
Allerta maltempo: temporali sulle due Isole e sulla Calabria
Immigrati
Guardia costiera: salvati 231 migranti nel Mediterraneo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari