sabato 03 dicembre | 12:53
pubblicato il 16/gen/2013 16:54

"Tour" tra i beni confiscati al clan Polverino a Napoli

Lo scempio ambientale di Casale da Padeira

"Tour" tra i beni confiscati al clan Polverino a Napoli

Napoli, (askanews) - Fino a pochi mesi fa questo spot celebrava la magnificenza dei Casale da Padeira, poi a fine novembre la struttura alle porte di Napoli è stata posta sotto sequestro perchè riconducibile a Crescenzo Polverino, boss dell'omonimo clan egemone nella zona di Marano. Le autorità che hanno disposto la cessazione di tutte le attività commerciali hanno fatto il punto sulle indagini con il procuratore aggiunto Nunzio Fraiasso."Di questi circa 30.000 mq di costruzioni, nemmeno una pietra è stata posata legittimamente. Non c'è alcuna autorizzazione, nessuna concessione edilizia, e la zona è pluri-vincolata, non si poteva costruire nulla".L'area ora è sottoposta a controlli per verificare eventuali danni al territorio e la presenza di rifiuti nei materiali di riporto usati per realizzare il complesso."Innanzitutto il sequestro di Casale da Padeira segna un momento significativo del contrasto ai reati ambientali, che è una priorità. L'obiettivo è ottenere il sequestro di questo beni e la condanna degli autori di questi abusi.Il centro turistico appena concluse le indagini sarà messo a disposizione del Comune.

Gli articoli più letti
Censis
Censis: paura degli stranieri, immigrazione preoccupa 44% italiani
Censis
Bullismo, oltre metà 11-17enni ha subìto comportamenti offensivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari