martedì 17 gennaio | 18:56
pubblicato il 30/giu/2011 17:33

Torino "smart city", entro il 2020 meno consumi e inquinamento

Il sindaco Fassino: progetto ambizioso per migliore qualità vita

Torino "smart city", entro il 2020 meno consumi e inquinamento

Torino si candida a diventare una "Smart city", ovvero una delle città europee che s'impegnano, entro il 2020, a incrementare l efficienza energetica dei propri edifici, delle reti energetiche e dei sistemi di trasporto in modo da ridurre del 40% le emissioni di gas serra nell'atmosfera. Entusiasta sostenitore dell'iniziativa, promossa dall'Unione Europea, è il sindaco, Piero Fassino.Tra i partner del Comune che aderisce al progetto per il quale L'Europa ha stanziato già 75 milioni di euro ci sono le università piemontesi e aziende importanti come Enel, Eni, Telecom e la stessa Fiat. Per perfezionare la candidatura tecnici e ingegneri dovranno sviluppare una piattaforma progettuale in grado di rendere Torino una "città intelligente", riducendo consumi ed emissioni.

Gli articoli più letti
Bancarotta
Bancarotta, a Reggio Calabria 7 ordinanze cautelari
Immigrati
Naufragio nel Mediterraneo, a Trapani 38 superstiti e 4 vittime
Cucchi
Cucchi, pm contesta omicidio preterintenzionale a 3 carabinieri
Liguria
Boschi in fiamme sulle alture di Genova, sfollati e strade chiuse
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa