martedì 06 dicembre | 19:50
pubblicato il 30/giu/2011 17:33

Torino "smart city", entro il 2020 meno consumi e inquinamento

Il sindaco Fassino: progetto ambizioso per migliore qualità vita

Torino "smart city", entro il 2020 meno consumi e inquinamento

Torino si candida a diventare una "Smart city", ovvero una delle città europee che s'impegnano, entro il 2020, a incrementare l efficienza energetica dei propri edifici, delle reti energetiche e dei sistemi di trasporto in modo da ridurre del 40% le emissioni di gas serra nell'atmosfera. Entusiasta sostenitore dell'iniziativa, promossa dall'Unione Europea, è il sindaco, Piero Fassino.Tra i partner del Comune che aderisce al progetto per il quale L'Europa ha stanziato già 75 milioni di euro ci sono le università piemontesi e aziende importanti come Enel, Eni, Telecom e la stessa Fiat. Per perfezionare la candidatura tecnici e ingegneri dovranno sviluppare una piattaforma progettuale in grado di rendere Torino una "città intelligente", riducendo consumi ed emissioni.

Gli articoli più letti
Calcio
Avviato procedimento disciplinare per vigile tifoso della Roma
Mafia
Operazione antimafia tra Ragusa e Caltanissetta: sette arresti
Violenza minori
A Napoli abbandona neonato in spazzatura:arrestata, bimbo salvo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
I supermercati del futuro di Amazon: niente casse e code
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni