mercoledì 22 febbraio | 23:34
pubblicato il 14/gen/2014 10:00

Torino: rapine seriali con fucile a canne mozze, due arresti

Torino: rapine seriali con fucile a canne mozze, due arresti

(ASCA) - Torino, 14 gen 2014 - I carabinieri di Torino hanno arrestato due rapinatori seriali di locali pubblici che avevano terrorizzato i commercianti dell'area del nord torinese. Si tratta, spiegano i carabinieri in una nota, di 6 rapine accertate e molti altri episodi ancora da verificare. Sono stati colpiti supermercati, negozi e un fast food, di una nota catena internazionale, all'ora di maggiore presenza di clienti e di denaro. Dai sistemi di sorveglianza le immagini con le minacce alle cassiere, fucile a canne mozze o pistola in pugno, sotto gli occhi spaventati dei clienti, tra cui bambini. Sotto la lente d'ingrandimento dei militari anche altre rapine a distributori di benzina, tabaccai, negozi di abbigliamento e bar. I dettagli dell'operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terra' alle 11 presso la sede del comando provinciale dei carabinieri di Torino.

com/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Vaticano
Vaticano: sorveglieremo per evitare abusi di simboli Santa Sede
Carige
Truffa a Carige, l'ex presidente Berneschi condannato a 8 anni
Campidoglio
Grillo in Campidoglio: su stadio Roma decidono Raggi e Consiglio
Mafia
Summit mafiosi per spartire racket, 14 arresti a Lamezia Terme
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Nasa: scoperti sette esopianeti simili alla Terra
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech