mercoledì 18 gennaio | 02:56
pubblicato il 06/lug/2012 18:26

Torino, presidio No-Tav al processo per i fatti di Chiomonte

Al via l'udienza preliminare contro 46 attivisti fermati nel 2011

Torino, presidio No-Tav al processo per i fatti di Chiomonte

Torino (askanews) - E' durato circa 4 ore il presidio No-Tav che ha di fatto bloccato la strada di fronte al palazzo di Giustizia di Torino mentre all'interno si svolgeva l'udienza preliminare per i 46 attivisti accusati di violenza e lesione a pubblico ufficiale e danneggiamento in occasione degli scontri dell'estate 2011 in Val di Susa. L'avvocato Emanuele D'Amico è uno dei membri del legal team che si occupa di difendere i 46 attivisti sotto processo. Sono oltre 50, invece i membri delle forze dell'ordine che hanno scelto di costituirsi parte civile. Stessa scelta fatta dalla Ltf, società responsabile della parte comune italo-francese del futuro collegamento ferroviario ad alta velocità tra Torino e Lione e dalla Italcoge, l'azienda che aveva recintato il cantiere.

Gli articoli più letti
Bancarotta
Bancarotta, a Reggio Calabria 7 ordinanze cautelari
Cucchi
Cucchi, pm contesta omicidio preterintenzionale a 3 carabinieri
Immigrati
Naufragio nel Mediterraneo, a Trapani 38 superstiti e 4 vittime
Maltempo
Abruzzo ancora al buio, duecentomila persone senza corrente
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa