sabato 25 febbraio | 19:50
pubblicato il 06/lug/2012 18:26

Torino, presidio No-Tav al processo per i fatti di Chiomonte

Al via l'udienza preliminare contro 46 attivisti fermati nel 2011

Torino, presidio No-Tav al processo per i fatti di Chiomonte

Torino (askanews) - E' durato circa 4 ore il presidio No-Tav che ha di fatto bloccato la strada di fronte al palazzo di Giustizia di Torino mentre all'interno si svolgeva l'udienza preliminare per i 46 attivisti accusati di violenza e lesione a pubblico ufficiale e danneggiamento in occasione degli scontri dell'estate 2011 in Val di Susa. L'avvocato Emanuele D'Amico è uno dei membri del legal team che si occupa di difendere i 46 attivisti sotto processo. Sono oltre 50, invece i membri delle forze dell'ordine che hanno scelto di costituirsi parte civile. Stessa scelta fatta dalla Ltf, società responsabile della parte comune italo-francese del futuro collegamento ferroviario ad alta velocità tra Torino e Lione e dalla Italcoge, l'azienda che aveva recintato il cantiere.

Gli articoli più letti
Terrorismo
Isis, espulsi 2 tunisini: uno era tra i contatti di Amri
Papa
Papa ai parroci: siate vicini ai giovani che scelgono di convivere
Maltempo
Allerta temporali su Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech