domenica 04 dicembre | 19:33
pubblicato il 06/lug/2012 18:26

Torino, presidio No-Tav al processo per i fatti di Chiomonte

Al via l'udienza preliminare contro 46 attivisti fermati nel 2011

Torino, presidio No-Tav al processo per i fatti di Chiomonte

Torino (askanews) - E' durato circa 4 ore il presidio No-Tav che ha di fatto bloccato la strada di fronte al palazzo di Giustizia di Torino mentre all'interno si svolgeva l'udienza preliminare per i 46 attivisti accusati di violenza e lesione a pubblico ufficiale e danneggiamento in occasione degli scontri dell'estate 2011 in Val di Susa. L'avvocato Emanuele D'Amico è uno dei membri del legal team che si occupa di difendere i 46 attivisti sotto processo. Sono oltre 50, invece i membri delle forze dell'ordine che hanno scelto di costituirsi parte civile. Stessa scelta fatta dalla Ltf, società responsabile della parte comune italo-francese del futuro collegamento ferroviario ad alta velocità tra Torino e Lione e dalla Italcoge, l'azienda che aveva recintato il cantiere.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari