mercoledì 25 gennaio | 02:16
pubblicato il 15/feb/2014 14:33

Torino: migliaia di furti, rapine e ricettazione di oro. 17 arresti

Torino: migliaia di furti, rapine e ricettazione di oro. 17 arresti

(ASCA) - Roma, 15 feb 2014 - I carabinieri della compagnia di Venaria hanno sgominato un'organizzazione criminale specializzata in numerose rapine a Istituti bancari e supermercati (facendone esplodere i bancomat e le casse continue con l'utilizzo di gas ed esplosivi), migliaia di furti seriali in appartamenti (Torino, Nichelino, Cumiana, Rivoli, Grugliasco, Collegno, Chieri, Poirino, Moncalieri, Chivasso, Pianezza, Beinasco, Venaria e Caselle t.se) e ricettazione della refurtiva, soprattutto oro e gioielli.

I carabinieri hanno sequestrato 11 ordigni esplosivi artigianali pronti per essere collocati nei bancomat e casse continue.

L'indagine prende lo spunto da una segnalazione pervenuta nel marzo 2012 dai dipendenti di una gioielleria di Venaria Reale, a seguito del sopralluogo ''sospetto'' di una coppia di giovani, finalizzato ad acquisire informazioni sul valore reale di una collezione di preziosi, piuttosto che non indirizzarsi alla ricerca di un oggetto in particolare. Dagli accertamenti sviluppati dal Nucleo Operativo sono scaturiti due filoni di indagine speculari: il primo, ha portato a ricostruire in maniera minuziosa un sodalizio criminale dedito alla ricettazione di oro e preziosi, attraverso un percorso che passa dal furto degli oggetti di valore (tramite la complicita' e la manodopera di persone di etnia ''Rom'' facenti capo alla famiglia Stojanovic che opera principalmente nei Comuni di Torino, Nichelino, Cumiana, Rivoli, Grugliasco, Collegno, Chieri, Poirino, Moncalieri, Chivasso, Pianezza, Beinasco, Venaria, Caselle), alla compravendita della refurtiva destinata a laboratori orafi e fonderie dell'alessandrino per la successiva trasformazione in lingotti d'oro. Si tratta di vere e proprie operazioni finanziarie dal momento che la vendita di un chilo di oro permette di guadagnare circa 30.000 euro, in considerazione del valore dell'oro di circa 30 euro al grammo; il secondo, concentrato sulla organizzazione e pianificazione di reati ''predatori'' aventi quale obbiettivo casse continue di supermercati e sportelli bancomat, mediante l'esplosione di ordigni ad alto potenziale. La figura di spicco di questa seconda tranche e' sicuramente Gabriele Benazzi, 61 anni, leader indiscusso nello specifico settore sia sotto il profilo della personalita' che sotto il profilo dell'esperienza, segnala una nota dei Carabinieri.

red-gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
'Ndrangheta
'Ndrangheta, operazione "Stammer": 54 persone fermate
Maltempo
Individuato elicottero 118 precipitato nell'aquilano, 6 a bordo
Maltempo
Recuperato altro corpo in hotel Rigopiano, vittime salgono a 16
Giustizia
Giustizia, da incontro Anm-Ministro Orlando nessun effetto
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, ok Camera a mozione contro l'abuso di antibiotici

Roma, 24 gen. (askanews) - "Approvata dalla Camera la nostra mozione contro la resistenza agli antibiotici, un fenomeno che, di questo passo, entro il 2050 potrebbe diventare...

Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4