martedì 24 gennaio | 15:00
pubblicato il 03/dic/2013 13:06

Torino, dipendenti Fiat infedeli rubavano ricambi: 5 in manette

Sottratta ai magazzini merce per circa 3 milioni di euro

Torino, dipendenti Fiat infedeli rubavano ricambi: 5 in manette

Torino (askanews) - Si erano specializzati nel furto di centraline elettroniche e vari ricambi di automobili che venivano prelevati direttamente dai depositi della Fiat di None e Torino. Merce per un valore di oltre 2,3 milioni di euro che poi veniva rivenduta in nero.L'organizzazione criminale, composta per lo più da dipendenti infedeli della Casa automobilistica e corrieri compiacenti che portavano all'esterno dei magazzini i ricambi trafugati, è stata sgominata dai carabinieri della compagnia Mirafiori: 5 gli arresti.I furti sono avvenuti in particolare nel periodo compreso tra agosto 2012 e gennaio 2013 e le indagini sono partite in seguito alla denuncia dell'azienda.

Gli articoli più letti
Stop alla caccia di tordi e beccacce
Stop alla caccia di tordi e beccacce, appello delle associazioni
Rigopiano
Hotel Rigopiano, bilancio sale a 7 vittime: ancora 22 i dispersi
'Ndrangheta
'Ndrangheta, operazione "Stammer": 54 persone fermate
Giustizia
Giustizia, da incontro Anm-Ministro Orlando nessun effetto
Altre sezioni
Salute e Benessere
Al via Peter Baby Bio, progetto toscano per omogeneizzati Km zero
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4