domenica 04 dicembre | 21:29
pubblicato il 18/feb/2013 14:13

Thyssenkrupp: Pm chiede sconto di pena per uno dei dirigenti

(ASCA) - Torino, 18 feb - In primo grado Cosimo Cafueri, dirigente della Thyssenkrupp, fu condannato a 13 anni e mezzo.

Per lui soltanto il pm Raffaele Guariniello ha chiesto questa mattina davanti alla Corte d'assise d'appello di Torino per il processo per il rogo in fabbrica del 2007 in cui morirono sette operai, una riduzione della pena, a dieci anni di reclusione ritenendo le attenuanti equivalenti alle aggravanti. Mentre per gli altri imputati, a partire da Harald Espenhahn, amministratore delegato della societa' in Italia, e per la stessa azienda l'accusa ha chiesto la conferma delle condanne.

Questa mattina Cafueri, responsabile della sicurezza dello stabilimento torinese, unico tra gli imputati, si era presentato in udienza e aveva fatto una dichiarazione spontanea, nella quale a tratti commosso, ha sottolineato l'angoscia per quella tragedia: ''Non vi e' giorno in cui non pensi a quella notte''.

Cafueri, aveva sottolineato in udienza che le sue possibilita' operative erano ''molto limitate dalla decisione ormai irreversibile di trasferire gli impianti torinesi a Terni. La decisione di non installare impianti antincendio fissi era stata voluta dalla direzione''.

eg/sam/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari