mercoledì 18 gennaio | 13:30
pubblicato il 28/feb/2013 12:00

ThyssenKrupp: appello riduce condanne. Escluso dolo per Espenhahn

(ASCA) - Torino, 28 feb - Con una sentenza duramente contestata dai familiari delle vittime la Corte d'appello di Torino presieduta da Giangiacomo Sandrelli ha ridotto le pene per gli imputati del processo ThyssenKrupp e in particolare ha escluso l'imputazione di omicidio volontario con il dolo eventuale per il principale imputato, Harald Espenhahn, amministratore delegato della societa' in Italia. Per lui la Corte ha comminato una pena di dieci anni di reclusione, contro i 16 anni e mezzo del primo grado, con l'imputazione di omicidio colposo aggravato oltre all'omissione dolosa di cautele infortunistiche. Rosina De Masi, madre di una delle sette vittime del rogo che divampo' il 6 dicembre del 2007 e' scoppiata in lacrime gridando ''maledetti''. eg/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Abruzzo ancora al buio, duecentomila persone senza corrente
Maltempo
Protezione civile, ancora allerta per nevicate e forti venti
Terremoti
Cnr: sisma fenomeno di contagio a cascata tra faglie adiacenti
Terremoti
Terremoto, sindaca Raggi riunisce il centro operativo comunale
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, arriva dagli Usa il "Piatto unico bilanciato"
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Ricerca, piccole balene cibo preferito da squalo estinto Megalodon
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa