venerdì 09 dicembre | 01:39
pubblicato il 28/feb/2013 12:00

ThyssenKrupp: appello riduce condanne. Escluso dolo per Espenhahn

(ASCA) - Torino, 28 feb - Con una sentenza duramente contestata dai familiari delle vittime la Corte d'appello di Torino presieduta da Giangiacomo Sandrelli ha ridotto le pene per gli imputati del processo ThyssenKrupp e in particolare ha escluso l'imputazione di omicidio volontario con il dolo eventuale per il principale imputato, Harald Espenhahn, amministratore delegato della societa' in Italia. Per lui la Corte ha comminato una pena di dieci anni di reclusione, contro i 16 anni e mezzo del primo grado, con l'imputazione di omicidio colposo aggravato oltre all'omissione dolosa di cautele infortunistiche. Rosina De Masi, madre di una delle sette vittime del rogo che divampo' il 6 dicembre del 2007 e' scoppiata in lacrime gridando ''maledetti''. eg/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Papa
Papa: prego per bambini, famiglie che fanno fatica e lavoratori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni