lunedì 05 dicembre | 17:35
pubblicato il 11/nov/2013 12:00

Testimone a processo Concordia: Schettino saltò su scialuppa

Allievo ufficiale: lui e capo macchina prima di me

Testimone a processo Concordia: Schettino saltò su scialuppa

Firenze, 11 nov. (askanews) - Non è vero che Francesco Schettino "scivolò" involontariamente su una scialuppa, ma vi saltò dal ponte 4. Lo ha ribadito in aula Stefano Iannelli, allievo ufficiale di coperta, al processo per il naufragio della Costa Concordia, a Grosseto. Iannelli aveva rilasciato già queste dichiarazioni negli interrogatori nei giorni successivi al naufragio e ha confermato, anche nei dettagli, la sua versione dei fatti: lui e il capo macchina erano saltati "sul tetto della lancia dove poco prima era saltato anche il comandante Schettino", che è l'unico imputato al processo. L'allievo ufficiale ha spiegato di aver saltato dopo aver sentito collassare le vetrate e dopo un improvviso sbandamento della nave.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Allerta maltempo: temporali sulle due Isole e sulla Calabria
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Accordo Altec-Virgin Galactic: l'Italia avrà il suo spazioporto
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari