mercoledì 18 gennaio | 21:11
pubblicato il 16/mag/2012 19:51

Terrorismo/Simbolo-contenuti,poco attendibile nuovo proclama Fai

Nuovo documento 'smentisce' precedente e adotta emblema non suo

Terrorismo/Simbolo-contenuti,poco attendibile nuovo proclama Fai

Roma, 16 mag. (askanews) - Dal simbolo al contenuto sono diversi gli elementi del 'nuovo' volantino del Nucleo Olga-Fai, recapitata oggi al quotidiano Calabria Ora, che poco convincono e che fanno ritenere la minaccia poco attendibile. Innanzitutto il contenuto. La missiva del "Fai Calabria" fa esplicito riferimento a Equitalia Sud e minaccia di attaccare "lo Stato anche attraverso Equitalia", spiegando che "la riscossione in Italia è divenuta una ruberia al popolo che sarà segnata con il marchio della vita". quasi il contrario di quanto affermava il Nucleo Olga nel documento al Corriere in cui venerdì scorso ha rivendicato l'agguato a Roberto Adinolfi: "Potevamo colpire alla ricerca del 'consenso' lì dove il dente duole, per esempio qualche funzionario dell'Equitalia, ma con questa azione non siamo alla ricerca di 'consenso'", scrivevano infatti gli anarchici. E si leggeva ancora: "Non consideriamo un referente i cittadini indignati per qualche malfunzionamento di un sistema di cui vogliono continuare a essere parte. Scambiare rabbia e indigazione per un processo di rivolta allo status quo è segno di una pericolosa miopia rivoluzionaria". Poi c'è quel simbolo, simile ma diverso, tra i due volantini. Nel secondo documento arrivato a Calabria Ora, infatti, in prima pagina - a chiudere il semicerchio formato dalle frecce e dalla stella con la 'A' di Anarchia - c'è la scritta greca in maiuscolo 'Synomosia Pyrenon tes Fotias', ovvero Cospirazione delle cellule di fuoco (CCF), l'organizzazione anarchica greca responsabile di violenze e attentati in quel paese negli ultimi anni. Un elemento diverso da quello nel primo documento del Nucleo Olga al Corriere, che non si capisce perchè avrebbe dovuto cambiare simbolo affidandosi a quello proprio degli anarchici greci. Nella rivendicazione dell'agguato ad Adinolfi il Nucleo Olga faceva riferimento alla CCF (promettendo "un azione per ognuno" degli "altri fratelli greci componenti della 'Cellula dei membri prigionieri delle CCF/FAI"), ma a parte aver preso il nome dalla "sorella" anarchica greca Olga Ikonomidou il Nucleo annunciava di aderire alla più generica FAI/FRI, Federazione anarchica informale/Fronte rivoluzionario internazionale, una galassia internazionale dell'anarchismo più radicale, della quale fanno appunto parte anche i greci della CCF.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
Cnr: sisma fenomeno di contagio a cascata tra faglie adiacenti
Terremoti
Sisma, Raggi: a Roma saranno avviate verifiche su scuole e uffici
Terremoti
Terremoto, sindaca Raggi riunisce il centro operativo comunale
Terremoti
Sisma centro Italia, Ingv: oltre 100 scosse, 4 sopra magnitudo 5
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina