sabato 03 dicembre | 10:54
pubblicato il 16/mag/2012 19:51

Terrorismo/Simbolo-contenuti,poco attendibile nuovo proclama Fai

Nuovo documento 'smentisce' precedente e adotta emblema non suo

Terrorismo/Simbolo-contenuti,poco attendibile nuovo proclama Fai

Roma, 16 mag. (askanews) - Dal simbolo al contenuto sono diversi gli elementi del 'nuovo' volantino del Nucleo Olga-Fai, recapitata oggi al quotidiano Calabria Ora, che poco convincono e che fanno ritenere la minaccia poco attendibile. Innanzitutto il contenuto. La missiva del "Fai Calabria" fa esplicito riferimento a Equitalia Sud e minaccia di attaccare "lo Stato anche attraverso Equitalia", spiegando che "la riscossione in Italia è divenuta una ruberia al popolo che sarà segnata con il marchio della vita". quasi il contrario di quanto affermava il Nucleo Olga nel documento al Corriere in cui venerdì scorso ha rivendicato l'agguato a Roberto Adinolfi: "Potevamo colpire alla ricerca del 'consenso' lì dove il dente duole, per esempio qualche funzionario dell'Equitalia, ma con questa azione non siamo alla ricerca di 'consenso'", scrivevano infatti gli anarchici. E si leggeva ancora: "Non consideriamo un referente i cittadini indignati per qualche malfunzionamento di un sistema di cui vogliono continuare a essere parte. Scambiare rabbia e indigazione per un processo di rivolta allo status quo è segno di una pericolosa miopia rivoluzionaria". Poi c'è quel simbolo, simile ma diverso, tra i due volantini. Nel secondo documento arrivato a Calabria Ora, infatti, in prima pagina - a chiudere il semicerchio formato dalle frecce e dalla stella con la 'A' di Anarchia - c'è la scritta greca in maiuscolo 'Synomosia Pyrenon tes Fotias', ovvero Cospirazione delle cellule di fuoco (CCF), l'organizzazione anarchica greca responsabile di violenze e attentati in quel paese negli ultimi anni. Un elemento diverso da quello nel primo documento del Nucleo Olga al Corriere, che non si capisce perchè avrebbe dovuto cambiare simbolo affidandosi a quello proprio degli anarchici greci. Nella rivendicazione dell'agguato ad Adinolfi il Nucleo Olga faceva riferimento alla CCF (promettendo "un azione per ognuno" degli "altri fratelli greci componenti della 'Cellula dei membri prigionieri delle CCF/FAI"), ma a parte aver preso il nome dalla "sorella" anarchica greca Olga Ikonomidou il Nucleo annunciava di aderire alla più generica FAI/FRI, Federazione anarchica informale/Fronte rivoluzionario internazionale, una galassia internazionale dell'anarchismo più radicale, della quale fanno appunto parte anche i greci della CCF.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Censis
Censis: paura degli stranieri, immigrazione preoccupa 44% italiani
Censis
Bullismo, oltre metà 11-17enni ha subìto comportamenti offensivi
Sanità
Il 16 dicembre sciopero medici ospedalieri e dirigenti sanitari
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari