lunedì 20 febbraio | 12:42
pubblicato il 23/mag/2012 19:45

Terrorismo/ Servizi: Breve stasi poi attacchi Fai riprenderanno

Aisi: "Graduale ripresa contro obiettivi greci e Finmeccanica"

Terrorismo/ Servizi: Breve stasi poi attacchi Fai riprenderanno

Roma, 23 mag. (askanews) - "Dopo una momentanea stasi dettata da esigenze di cautela", i Servizi segreti italiani si aspettano "una graduale ripresa dell'offensiva delle sigle Fai, con nuovi attacchi agli obbiettivi indicati nei recenti documenti, come gli obbiettivi in Italia rappresentativi dello Stato greco e tutta la galassia Finmeccanica che in questa circostanza viene ad essere indicata come obbiettivo fondamentale dell'attacco ideologico". Lo ha detto il direttore dell'Agenzia informazioni e sicurezza interna (Aisi), Giorgio Piccirillo, davanti la Commissione Affari Costituzionali, nell'ambito dell'indagine conoscitiva sui recenti fenomeni di protesta organizzata in forma violenta in occasione di manifestazioni e sulle possibili misure da adottare per prevenire e contrastare tali fenomeni. Nel breve termine, ha spiegato Piccirillo, "assisteremo a una fase, anche se breve, di minore attivismo", perchè "dopo il fatto sicuramente è ormai prassi consolidata che l'organizzazione mantiene un profilo molto basso perchè si aspetta la risposta investigativa e dello Stato".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia