martedì 24 gennaio | 00:10
pubblicato il 20/gen/2014 16:38

Terremoto: Universita' Siena, rivedere mappe rischio sismico

(ASCA) - Roma, 20 gen 2014 - Rivedere le carte del rischio sismico in Italia e formulare nuove mappe, non soltanto basate sul calcolo probabilistico, ai fini della programmazione di efficaci interventi di prevenzione. E' questa la proposta del gruppo di geofisica dell'Universita' di Siena, guidato dal professor Enzo Mantovani, che, sulla base dei dati raccolti in oltre vent'anni di osservazioni e studi, indica nuovi modelli per la determinazione della sismicita' sul territorio italiano. Superando il metodo PSHA (Probabilistic Seismic Hazard Assessment), che si fonda sul calcolo probabilistico, Mantovani propone un metodo deterministico che parte dall'osservazione del territorio, del suo assetto tettonico e della sua storia dal punto di vista sismologico. Lo comunica una nota dell'Ateneo senese.

''La conoscenza sulla storia dei sismi in Italia e tutti i dati geologici di cui siamo in possesso, fino ai piu' recenti sismi verificatisi in valle Padana'', afferma Mantovan, '' ci devono necessariamente portare ad affrontare questo tema in modo diverso da quanto fatto finora. Questo ai fini dell'applicazione della piu' coerente programmazione della prevenzione dei disastri. Abbiamo ormai la dimostrazione che un terremoto non e' un fenomeno da affrontare attraverso calcoli statistici. Le attuali mappe del rischio costruite su queste basi hanno rivelato in molti casi di sottovalutare la reale portata del rischio. Incrociando i dati sull'assetto tettonico di ogni area con la rispettiva storia sismica possiamo invece ottenere carte piu' affidabili. Laddove abbiamo applicato i nostri modelli abbiamo ottenuto mappe che raccontano di un rischio in molti casi piu' elevato di quello comunemente ritenuto''.

Allo stato attuale Mantovani e il suo gruppo hanno redatto carte della stima della pericolosita' sismica in due Regioni, la Toscana e l' Emilia-Romagna, che hanno loro commissionato gli studi al fine della progettazione di interventi di mitigazione del rischio sismico nei rispettivi territori.

com/red

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Stop alla caccia di tordi e beccacce
Stop alla caccia di tordi e beccacce, appello delle associazioni
Rigopiano
Hotel Rigopiano, bilancio sale a 7 vittime: ancora 22 i dispersi
Maltempo
Maltempo, Sicilia in ginocchio: un morto nel Palermitano
Campidoglio
Roma, riparte maratona bilancio. Ok a emendamenti Giunta Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4