giovedì 23 febbraio | 22:15
pubblicato il 30/mag/2012 09:11

Terremoto, scene di normalità nella tendopoli di Mirandola

Partite di pallone e preghiere, si cerca di reagire

Terremoto, scene di normalità nella tendopoli di Mirandola

Mirandola, (askanews) - Scene di vita quotidiana, prove di normalità in una vita sconvolta dal terremoto. Nella tendopoli di Mirandola, allestita dalla Protezione Civile del Friuli Venezia Giulia in una delle zone più colpite dal terremoto del 29 maggio, gli sfollati trascorrono la prima sera dopo la grande scossa: ci sono famiglie con bambini, anziani e disabili. Fuori dalla tende si sta seduti a parlare, magari a scambiarsi le preoccupazioni o nel tentativo di dimenticare la paura, i bambini trovano anche il tempo per una partita di pallone al campo sportivo, gli immigrati di religione musulmana si radunano da un'altra parte sull'erba per la preghiera. Le ragazzine si riuniscono per chiacchierare, così come i volontari della Protezione Civile. Poi arriva l'ora di cena e ci si ritrova in mensa. Immagini che trasmettono lo sforzo di ripartire, tentativo iniziato dopo il terremoto del 20 maggio e che le scosse di 9 giorni dopo hanno rischiato di stroncare.

Gli articoli più letti
Maltempo
Allerta protezione civile: in arrivo venti forti al Centro-Nord
Papa
Papa: scandaloso dire "sono cattolico" e riciclare denaro
Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Milano
Dopo le palme in piazza Duomo a Milano arrivano i banani
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech