mercoledì 22 febbraio | 05:10
pubblicato il 19/giu/2012 09:39

Terremoto, Ligabue: lo Stato deve dire "noi ci siamo" -VideoDoc

Per il cantante è importante che la gente "non si senta sola"

Terremoto, Ligabue: lo Stato deve dire "noi ci siamo" -VideoDoc

Napoli, (askanews) - "Credo che in questi casi le istituzioni debbano fare che chi è stato colpito non si senta solo, che lo Stato dica noi ci siamo". Così Luciano Ligabue, a Napoli per la presentazione del suo concerto del 20 luglio, commenta il terremoto che ha colpito la sua regione, l'Emilia Romagna. "Io abito a 12 chilometri in linea d'aria dall'epicentro e tuttora chi vive nella mia cittadina in buona parte dorme in tenda. Abbiamo avuto delle lesioni nelle chiese e qualche palazzina evacuata, niente a che vedere con la tragedia vera. in questo momento la sensazione che si è ricevuta da chi è stato colpito è di grandissima dignità.

Gli articoli più letti
Omicidio Scazzi
Omicidio Scazzi, ergastolo per Sabrina Misseri e Cosima Serrano
Mafia
Chieti, operazione antimafia dei Carabinieri: 19 arresti
Roma
Fiumicino "si offre" per stadio Roma: 'Qui tutto ciò che serve'
'Ndrangheta
'Ndrangheta, operazione Ros contro cosca Piromalli: 12 arresti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia