lunedì 16 gennaio | 16:12
pubblicato il 29/mag/2012 13:55

Terremoti/ Una decina le vittime, tutte tra modenese e ferrarese

Tante le repliche, le ultime due di magnitudo superiore a 5

Terremoti/ Una decina le vittime, tutte tra modenese e ferrarese

Roma, 29 mag. (askanews) - Sono al momento una decina le vittime del sisma di questa mattina, tutte registrate nel modenese a Mirandola, S.Felice, Concordia, Finale, Novi, Cavezzo, Medolla e nel ferrarese, a Cento, dopo la scossa di magnitudo 5.8 che questa mattina alle 9 ha colpito la regione con epicentro a una profondità fra i 5 e i 10 km tra Camposanto, Cavezzo, Medolla, Mirandola, San Felice Sul Panaro, San Possidonio e San Prospero. La scossa è stata avvertita in tutto il Nord Italia e fino alla Toscana e l'Umbria. Tante le repliche, due delle quali, intorno alle 13, di magnitudo superiore a 5 e precisamente 5.3 alle 12.55 e 5.1 alle 13. I danni più rilevanti, spiega la Regione Emilia Romagna, sono nei Comuni vicini all'epicentro, dove si sono verificati numerosi crolli. Diverse le scuole evacuate in regione per precauzione, mentre disagi si sono verificati sulle linee ferroviarie, che questa mattina hanno subìto rallentamenti: la circolazione dei treni attorno alla stazione centrale di Bologna è stata interrotta per accertamenti sulle infrastrutture ma ora ogni linea ferroviaria è tornata a funzionare regolarmente. "Faremo tutto quello che dovremo fare per la sicurezza dei cittadini e per dare la certezza che si ricostruisca. Riconosceremo i danni alle imprese e ai cittadini e ricostruiremo attraverso un percorso rapido e semplificato", ha garantito il presidente della Regione Emilia-Romagna, Vasco Errani, a Palazzo Chigi assieme al premier Mario Monti. "La popolazione colpita - ha aggiunto Errani - non sarà lasciata sola". Il presidente del Consiglio Mario Monti ha invitato "tutti i cittadini ad avere fiducia" e ha aggiunto: "L'impegno dello Stato sarà garantito perché tutto avvenga nel modo migliore ed efficace. Sono certo che supereremo questo momento. L'impegno personale che ho visto sul campo da parte del presidente Errani ci incoraggia e ci dà fiducia". Anche il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che questa mattina ha subito chiamato il presidente della Regione, ha espresso "grande solidarietà" alle popolazioni colpite dal terremoto

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Comuni
Consenso dei sindaci: vince Appendino, Raggi precipita penultima
Corruzione
Latina, appalti truccati: 10 arresti tra cui sindaco di Sperlonga
Napoli
Napoli, scoppia un impianto a gas: un morto e 7 feriti, 5 gravi
Roma
Roma, manutenzioni bus Cotral truccate: un arresto e 50 indagati
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Kawasaki al Motor Bike Expo di Verona dal 20 al 22 gennaio
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda uomo, i quadri viventi di Antonio Marras
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, mobilità sempre più ecosostenibile DriveNow