giovedì 08 dicembre | 09:31
pubblicato il 05/giu/2013 16:16

Terni: C. Marini, chiedero' a ministro Alfano di approfondire accaduto

(ASCA) - Perugia, 5 giu - ''Come Presidente della Regione Umbria chiedero' formalmente al Ministro degli Interni, Angelino Alfano, di approfondire quanto avvenuto facendosi egli si' interprete della difficile situazione economica e sociale che vive il paese e anche la nostra regione''. E' quanto annuncia la Presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, che a proposito di quanto accaduto stamani durante il corteo dei lavoratori dell'acciaieria a Terni nel corso del quale e' rimasto ferito un operaio ed anche il sindaco Leopoldo Di Girolamo sottolinea ''i lavoratori e le famiglie giustamente preoccupati del futuro delle proprie aziende e del proprio posto di lavoro non possono essere assolutamente trattati come un problema di ordine pubblico''. Per la presidente ''il Governo deve affrontare questi temi sul piano del dialogo e del confronto di fronte a questa grave emergenza economica e sociale. Voglio ricordare che le istituzioni territoriali umbre, Regione, Provincia, Comuni da sempre, con senso di responsabilita', hanno svolto una funzione propositiva di dialogo e di comprensione dei fenomeni sociali con una gestione che non ha mai prodotto in questa terra tensioni tali da richiedere l'intervento delle forze dell'ordine''. ''Sorprende pertanto - prosegue la presidente - che lo schieramento del reparto mobile della Polizia di Stato di fronte alla stazione di Terni anziche' essere un contributo all'ordinato svolgimento della manifestazione dei lavoratori e' divenuto elemento di tensione, determinando tafferugli che hanno portato al ferimento dello stesso sindaco della citta'''. ''Ribadisco con forza - aggiunge - tutto il mio disappunto e nelle prossime ore assumero' un'iniziativa formale su quanto accaduto a Terni anche al fine di evitare che le prossime settimane - nelle quali ci troveremo ad affrontare nel merito la vicenda del passaggio proprietario dell'AST di Terni - si possa rischiare di aumentare la tensione sociale che sarebbe in contrasto con la storia decennale della nostra terra dove il diritto a manifestare - conclude - e' sempre avvenuto nel rispetto delle regole e dell'ordine pubblico''.

pg/gc

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sicurezza
Gabrielli: militari non c'entrano con controllo territorio
Camorra
Intreccio camorra-politica: 11 arresti in Irpinia
Maltempo
Allerta protezione civile: pioggia e temporali sulla Sicilia
Papa
Papa: terrorismo ammala e deforma religione, non c'è Dio di odio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni