venerdì 02 dicembre | 21:26
pubblicato il 21/gen/2012 12:10

Taxi, a Napoli riprende il servizio: "Rassicurati da Catricalà"

Ma restano i dubbi e le richieste al governo Monti

Taxi, a Napoli riprende il servizio: "Rassicurati da Catricalà"

Napoli (askanews) - Torna la calma, almeno relativa, a Napoli, dove i tassisti, dopo un lungo sciopero andato simbolicamente in scena in piazza del Plebiscito, oltre che a Roma, annunciano il ritorno in servizio. "Siamo stati rassicurati da catricalà - spiegano i tassisiti - e ci sentiamo in parte più tranquilli ora".Non mancano, però, tra gli autisti quelli che ancora vogliono raccontare al governo le difficoltà economiche con cui devono fare i conti tutti i giorni e che, a loro avviso, la liberalizzazione renderebbe ancora più gravi. "Signor Monti - dice un tassista - guadagno 1300 euro al mese, se mi date la doppia licenza diventano 600 e non posso più pagarmi la macchina". Nella notte partenopea, dunque, sembrano vedersi degli spiragli, ma la partita delle liberalizzazioni, probabilmente, sarà ancora lunga.

Gli articoli più letti
Inchiesta Roma
Mafia Capitale, altro processo: chiesto giudizio per 24 persone
Criminalità
Roma, imprenditore sequestrato e seviziato per usura: 3 arresti
Censis
Bullismo, oltre metà 11-17enni ha subìto comportamenti offensivi
Censis
Censis: paura degli stranieri, immigrazione preoccupa 44% italiani
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari