mercoledì 22 febbraio | 17:16
pubblicato il 23/gen/2012 13:44

Taxi - Napoli, autisti: liberalizzazioni non risolvono problemi

Protesta dalle 8 alle 22 contro il governo Monti

Taxi - Napoli, autisti: liberalizzazioni non risolvono problemi

Napoli, (askanews) - Taxi fermi a Napoli nel giorno dello sciopero nazionale contro le liberalizzazioni approvate dal governo Monti. Gli autisti assicurano solo i servizi di emergenza e le corse per disabili e malati, per aderire alla protesta indetta dai sindacati: secondo loro i provvedimenti del governo non sono una soluzione. "Mettendo due taxi in più e due farmacie ha risolto il problema - si chiede un tassista - con questa crisi generale? Il signor Monti non ha risolto niente, si sta solo affamando, le nostre famiglie non ce la fanno più. Non abbiamo più un euro per mangiare. La ringrazio signor Monti"I tassisti di Napoli si dicono compatti e uniti nel dire no alla liberalizzazione del settore: tutti fermi per lo sciopero. "Non posso lavorare, siamo in 2.400 lavoro solo io? Anche volendo mi ammazzerebbero".La protesta a Napoli è partita alle 8 e continua sino alle 22.

Gli articoli più letti
Roma
Fiumicino "si offre" per stadio Roma: 'Qui tutto ciò che serve'
Vaticano
Vaticano: sorveglieremo per evitare abusi di simboli Santa Sede
Carige
Truffa a Carige, l'ex presidente Berneschi condannato a 8 anni
Chiesa
Presunti festini gay a Napoli, il card. Sepe sospende sacerdote
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Spazio, astronauti italiani e cinesi lavoreranno fianco a fianco
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
De Caro, alta velocità Brescia-Verona a marzo ok da Cipe