lunedì 27 febbraio | 12:39
pubblicato il 02/mar/2012 19:33

Tav/ Silp: Per poliziotti turni massacranti e mal pagati

Seg. provinciale Traverso: "E il comandante se ne va in ferie.."

Tav/ Silp: Per poliziotti turni massacranti e mal pagati

Genova, 2 mar. (askanews) - "Gli operatori della polizia di Stato del sesto Reparto Mobile di Genova, impiegati in Val di Susa per le manifestazioni No Tav, stanno sopportando turnazioni massacranti senza i necessari periodi di riposo, il tutto per uno straordinario pagato in modo ridicolo àcon cui i colleghi cercano di arrotondare uno à stipendio altrettanto misero". E' quanto denuncia, con una nota, il segretario provinciale del Silp, Roberto Traverso. "Il servizio -si legge nella nota- viene prestato in condizioni di alto rischio, à spesso di notte, su sedi autostradali e viadotti, con mezzi di difficile manovrabilità come idranti e ruspe, a contatto continuo con gli antagonisti e con gravi pericoli per l'incolumità di tutti. Abbiamo chiesto e pretenderemo il rispetto dei requisiti minimi contrattuali -afferma Traveso- a garanzia dell'integrità psicofisica dei dipendenti". Secondo il segretario provinciale del Silp, "non è accettabile che il Comando del 6 Reparto Mobile di Genova non prenda una netta e decisa posizione a tutela dei dipendenti, continuando à a dare disponibilità per servizi di ordine pubblico sul territorio genovese a discapito di un organico spremuto all'inverosimile mentre in Val di Susa gli 80 dipendenti non hanno ancora ricevuto il cambio per recuperare integrità fisica. L'aspetto più irritante e grottesco della situazione -prosegue la nota- è che in un momento così delicato il comandante del reparto ha ritenuto opportuno prendersi una settimana di ferie". "Abbiamo chiesto l'intervento della struttura Nazionale del Silp per la Cgil -conclude Traverso- sia per l'aspetto inerente i carichi di lavoro sopportati dal personale impiegato in Val di Susa che per ottenere urgenti chiarimenti in merito al comportamento del comandante del 6 Reparto Mobile che a nostro parere alimenta un senso di demotivazione tra il personale che in questo momento ha bisogno di sentirsi vicino l'amministrazione".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Criminalità
Rapine ed estorsioni a Napoli, 47 misure cautelari
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
'Ndrangheta
'Ndrangheta, sequestrati a imprenditore colluso beni per 2,5 mln
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Viticoltura vegan cresce: in 2016 +36% richieste certificazione
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech