domenica 11 dicembre | 07:43
pubblicato il 25/feb/2012 05:10

Tav/ Oggi nuova marcia dei No Tav tra Bussoleno e Susa

Perino: Non siamo Br, ci criminalizzano perche non ci battono

Tav/ Oggi nuova marcia dei No Tav tra Bussoleno e Susa

Torino, 25 feb. (askanews) - "A favore della scarcerazione di tutti e per la continuazione della battaglia contro l'alta velocita". Sono queste le motivazioni che campeggiano sui siti No Tav, e che animeranno la marcia di protesta tra Bussoleno e Susa (Torino) organizzata in Valle oggi dalle amministrazioni comunali valsusine e dal movimento NoTav. Una marcia lontana dal cantiere Ltf di Chiomonte, come le ultime avvenute nel 2012, da quando la zona è diventata sito di interesse strategico nazionale, dunque sorvegliata dall'esercito. "Un nuovo test - si legge sul sito del movimento - per restituire al mittente ogni forma di accusa". Un messaggio rinforzato anche da Alberto Perino, il pensionato leader storico del movimento, che in un incontro presso Palazzo Nuovo, sede delle facolta umanistiche dell'Universita di Torino aveva ribadito: "Siamo un movimento pacifico. Non siamo le brigate rosse, abbiamo altri modi di operare". Perino aveva anche sottolineato che attorno al movimento No Tav "c'è un allarmismo ingiustificato", frutto di una strategia che servirebbe a "criminalizzare il movimento, perchè non c'è alcun modo di batterlo". Alla marcia hanno aderito associazioni e politici, da Legambiente ai Verdi. "Sappiamo che da tutta Italia, chi resiste alle speculazioni, chi s'impegna per un futuro diverso per il nostro paese domani ci sarà - si legge sul sito dei No Tav - Venire in Valle significa testimoniare l'appoggio alla nostra lotta, alle nostre ragioni facendole proprie ed esportandole nei propri territori". E, a fronte di chi anche questa volta paventa problemi di ordine pubblico i No Tav dicono: "Lasciamo a chi di dovere mestare del torbido, noi domani saremo in marcia per un futuro diverso da quello che ci vorrebbero imporre con filo spinato e manganelli. A chi tifa per il 'morto', a chi piacciono le manette, a chi trasuda cemento, a chi alimenta le speculazioni finanziaria, a chi va in banca come se andasse in chiesa diciamo: fermarci è impossibile e libertà per tutti i No Tav".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina