venerdì 24 febbraio | 22:51
pubblicato il 05/set/2013 18:57

Tav: Ltf ha intenzione di denunciare lo scrittore De Luca

(ASCA) - Torino, 5 set - Rischia di finire in tribunale lo scrittore Erri de Luca, per il suo sostegno alle azioni di sabotaggio dei No Tav. La Ltf ha infatti intenzione di presentare un esposto contro lo scrittore da sempre contrario all'opera che in un'intervista aveva legittimato l'uso di cesoie alle reti del cantiere. E' quanto si apprende da ambienti vicini alla societa' che gestisce i lavori della tratta internazionale del Torino-Lione. Solidarieta' allo scrittore viene invece da Paolo Ferrero segretario nazionale di Rifondazione comunista. ''Dopo la criminalizzazione del movimento ora c'e' anche la criminalizzazione di chi sostiene le ragioni dei No Tav. Come con il fascismo siamo tornati ai reati di opinione. Erri de Luca ha espresso solo parole di buon senso - ha aggiunto - ed e' del tutto evidente che il tagliare le reti con le cesoie non ha nulla a che vedere con il terrorismo''.

eg/mau/alf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Roma
Roma, truffe con falsi incidenti: arrestati 6 medici e 2 avvocati
Napoli
Napoli, assenteismo ospedale Loreto Mare: 94 indagati, 55 arresti
Campidoglio
Roma, Raggi in ospedale per controlli dopo un lieve malore
Campidoglio
Roma, medici: Raggi in netto miglioramento, si valuta uscita
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech