martedì 21 febbraio | 00:37
pubblicato il 27/giu/2011 13:58

Tav/ Crolla la 'libera repubblica della Maddalena', al via lavori

Stamattina blitz forze ordine, scontri con manifestanti

Tav/ Crolla la 'libera repubblica della Maddalena', al via lavori

Roma, 27 giu. (askanews) - La 'libera repubblica della Maddalena', come era stato battezzato il presidio dei No Tav a Chiomonte, dopo quasi 40 giorni è stata spazzata via in poche ore dal blitz delle forze dell'ordine scattato oggi all'alba. I primi blindati delle forze dell'ordine, alcuni di stanza al colle del Sestriere, erano stati avvistati sulle strade della Valle di Susa già alle 4.30 del mattino, a fare da scorta ai mezzi delle aziende, quando è scattato l'allarme al presidio dei No Tav, con un lancio di fuochi d'artificio. Imponenti le misure messe in campo: duemila e cinquecento tra poliziotti, carabinieri, fiamme gialle e vigili del fuoco, che hanno stretto in una morsa i No Tav, da due fronti. Il primo dalla strada dell'Avanà che porta all'accampamento, il secondo da quella che lo costeggia e che passa sotto il viadotto dell'autostrada A32 e davanti alla centrale idroelettrica di Chiomonte. Fitto il lancio di fumogeni, che ha costretto i manifestanti alla fuga per le vigne e i boschi circostanti. Violento, invece, il corpo a corpo sull'autostrada Torino-Bardonecchia, che, all'altezza della galleria di Ramat, confina con il cantiere, dove gli agenti hanno aperto la seconda breccia contro i No Tav. I militanti hanno lanciato estintori e pietre, per resistere all'assalto della polizia. Il bilancio per ora è di 25 feriti tra le forze dell'ordine e 4 tra i manifestanti. I No Tav avevano apposto in via dell'Avanà, all'altezza della centrale elettrica, una barricata artigianale con una cancellata in ferro. Altre barricati più piccole, fatte con tubi Innocenti, sassi e tronchi d'albero, erano state posti lungo la stessa strada come una sorte di 'check point'. "Rudimentali barricate - riferisce la Questura di Torino - anche sulla rampa di raccordo A32 per Giaglione, direzione strada dell'Avanà, create con guard-rail tagliato e piegato, posizionato trasversalmente alla sede stradale, nonché da tronchi d'albero e tubi innocenti". Lungo la strada diversi pezzi di legno costellati di chiodi a tre punte per bucare le gomme ai mezzi di polizia. Nonostante tutti i tentativi dei manifestanti, le forze dell'ordine hanno avuto la meglio e hanno sgomberato la zona e, già dalla tarda mattinata, sono iniziati i lavori per consentire ai mezzi di scendere e recintare la zona interessata dalle opere preliminari alla Torino-Lione. Nella zona della Maddalena dovrebbero poi cominciare gli scavi per la realizzazione del tunnel geognostico di circa 7 km, propedeutico alla Torino-Lione.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Sciopero Taxi, base prepara blitz a Roma. Delrio: regolamentare
Roma
Roma, grave il bimbo di 3 mesi rapito dal padre a Monterotondo
Salute
Infarto, 1 struttura sanitaria su 2 non ripetta volumi ministero
Campidoglio
Roma, Grillo a Raggi: decidete voi e non fatevi influenzare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia