mercoledì 18 gennaio | 01:15
pubblicato il 24/mag/2011 20:03

Tav/ Condanna bipartisan del fronte del No, terza notte presidio

Perino: Torino Lione? Sara' la nuova Salerno-Reggio Calabria

Tav/ Condanna bipartisan del fronte del No, terza notte presidio

Torino, 24 mag. (askanews) - Levata di scudi bipartisan contro i No Tav dopo il blocco della scorsa notte a Chiomonte (Torino) in localita' La Maddalena, per impedire l'allestimento del cantiere per il tunnel geognostico, propedeutico alla costruzione della linea ferroviaria ad alta velocita' Torino-Lione. I lavori dovrebbero partire entro il 31 maggio, pena la perdita dei fondi stanziati dalla Ue. Ma i No Tav da domenica scorsa sono in presidio permanente e via web e sms hanno lanciato oggi appelli alla mobilitazione, per impedire che i cantieri prendano il via entro i tempi prestabiliti. Dalla Lega ai circoli Pd della Valle, fino al neo sindaco Piero Fassino, tutti d'accordo nel condannare gli eventi accaduti la scorsa notte in Valle di Susa. Tutti d'accordo nel condannare le "violenze contro gli operai e i poliziotti". E L'assessore regionale ai trasporti Bonino sembra incitare a passare alle vie di fatto: "Il tempo delle parole e' finito" ha detto. Mentre il governatore del Piemonte Roberto Cota, ha invitato tutti alla calma, pur ribadendo la necessita' della costruzione dell'infrastruttura. Non si scompone il leader dei No Tav, Alberto Perino, che si appresta ad affrontare la terza notte di presidio a La Maddalena. "Normale, tutta roba gia' vista gia' nel 2005 - dice a Tmnews, commentando la ridda di dichiarazioni critiche verso i No Tav - La migliore dichiarazione e' quella di Esposito (esponente Pd, ndr), che pensa di militarizzare il territorio". "Il nostro obiettivo - ha spiegato Perino - e' sempre lo stesso: impedire che inizino i lavori di un'opera inutile, economicamente insostenibile e devastante dal punto di vista ambientale". Il richiamo alla legalita' e al fair play proveniente dalle istituzioni ha dato poi lo spunto a Perino per controbbattere: "Stanno cercando di impiantare un cantiere alla Maddalena, ma non c'e' uno straccio di progetto depositato. A chi parla di legalita' chiedo: perche' non depositate un progetto?". E ancora il vaticinio di Perino e' che la Tav Torino-Lione sara' "la nuova Salerno-Reggio Calabria". "Perche' - spiega riferendosi alle istituzioni - non ci credono neanche loro, non hanno tempi certi, non sanno neanche bene quanto durera' e quanto costera' l'opera". "Stiamo solo cercando di impedire uno spreco di denaro pubblico" ha concluso Perino.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bancarotta
Bancarotta, a Reggio Calabria 7 ordinanze cautelari
Cucchi
Cucchi, pm contesta omicidio preterintenzionale a 3 carabinieri
Immigrati
Naufragio nel Mediterraneo, a Trapani 38 superstiti e 4 vittime
Maltempo
Abruzzo ancora al buio, duecentomila persone senza corrente
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa