giovedì 08 dicembre | 09:51
pubblicato il 15/mag/2013 09:24

Tav, Alfano: lo Stato non si fa fermare dai delinquenti

"A Chiomonte potevano e forse volevano uccidere"

Tav, Alfano: lo Stato non si fa fermare dai delinquenti

Milano, (askanews) - "Lo Stato c'è e non si fa fermare da alcuni delinquenti che questa notte potevano uccidere e forse volevano uccidere".Il ministro dell'Interno, Angelino Alfano usa parole nette al termine del Comitato per l'ordine pubblico e la sicurezza convocato, in prefettura a Torino, dopo l'attacco con molotov al cantiere della Tav di Chiomonte. Alfano, dopo i fatti che definisce "gravissimi ed esecrabili", annuncia le quattro le decisioni prese dal vertice:"Si amplia l'area di rispetto per proteggere il cuore dell'opera per proteggere i lavoratori; due: vi sarà potenziamento della sicurezza per lavoratori e maestranze; terzo ci sarà una task force comune governo e territori al ministero delle infrastrutture; da ultimo accelereremo il trattato Francia-Italia per la realizzazione dell'opera".

Gli articoli più letti
Sicurezza
Gabrielli: militari non c'entrano con controllo territorio
Camorra
Intreccio camorra-politica: 11 arresti in Irpinia
Maltempo
Allerta protezione civile: pioggia e temporali sulla Sicilia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni