lunedì 23 gennaio | 18:51
pubblicato il 15/mag/2013 09:24

Tav, Alfano: lo Stato non si fa fermare dai delinquenti

"A Chiomonte potevano e forse volevano uccidere"

Tav, Alfano: lo Stato non si fa fermare dai delinquenti

Milano, (askanews) - "Lo Stato c'è e non si fa fermare da alcuni delinquenti che questa notte potevano uccidere e forse volevano uccidere".Il ministro dell'Interno, Angelino Alfano usa parole nette al termine del Comitato per l'ordine pubblico e la sicurezza convocato, in prefettura a Torino, dopo l'attacco con molotov al cantiere della Tav di Chiomonte. Alfano, dopo i fatti che definisce "gravissimi ed esecrabili", annuncia le quattro le decisioni prese dal vertice:"Si amplia l'area di rispetto per proteggere il cuore dell'opera per proteggere i lavoratori; due: vi sarà potenziamento della sicurezza per lavoratori e maestranze; terzo ci sarà una task force comune governo e territori al ministero delle infrastrutture; da ultimo accelereremo il trattato Francia-Italia per la realizzazione dell'opera".

Gli articoli più letti
Terremoti
Enel: diga Campotosto sicura ma deciso un ulteriore svuotamento
Maltempo
Maltempo, Sicilia in ginocchio: un morto nel Palermitano
Campidoglio
Roma, riparte maratona bilancio. Ok a emendamenti Giunta Raggi
Gioco azzardo
Nomisma: 1,2 mln di studenti tenta la fortuna col gioco d'azzardo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4