sabato 25 febbraio | 19:19
pubblicato il 24/feb/2011 12:17

Taormina, 2 arresti Gdf per usura aggravata dal metodo mafioso

Praticavano tassi tra 60 e 200% a imprenditori e commercianti

Taormina, 2 arresti Gdf per usura aggravata dal metodo mafioso

Imprenditori e commercianti schiacciati dall'usura con interessi che si aggirano tra il 60% e il 200% delle somme prese in prestito. La guardia di Finanza di Taormina ha arrestato due persone di 47 anni con l'accusa di usura aggravata dal metodo mafioso. Alle vittime venivano richiesti a garanzia del prestito, immobili e assegni di rilevanti importi che poi venivano distrutti al momento del pagamento in contanti per non lasciare traccia. I militari durante le perquisizioni hanno sequestrato circa 38 mila euro in contanti e in cambiali e una una villa di due piani nel Comune di Taormina del valore di circa 1.000.000 euro presumibilmente costruita con i profitti dei reati.

Gli articoli più letti
Terrorismo
Isis, espulsi 2 tunisini: uno era tra i contatti di Amri
Papa
Papa ai parroci: siate vicini ai giovani che scelgono di convivere
Maltempo
Allerta temporali su Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech