lunedì 20 febbraio | 07:44
pubblicato il 04/gen/2012 11:39

Tangenti/ Nicoli Cristiani a Riesame: Non ho preso soldi

Giudici si riservano decisione scarcerazione ex vp cons Lombardia

Tangenti/ Nicoli Cristiani a Riesame: Non ho preso soldi

Milano, 4 gen. (askanews) - "Non ho preso soldi, questa è la mia verità". Lo ha detto davanti ai giudici del Tribunale del Riesame di Milano Franco Nicolie Cristiani l'ex vicepresidente del consiglio regionale lombardo arrestato con l'accusa di aver incassato una tangente da 100 mila euro nell'ambito di un'inchiesta sui rifiuti nata a Brescia e in parte trasferita nel capoluogo lombardo. Oggi davanti ai giudici che si sono riservati di decidere sulla scarcerazione sono stati discussi anchd i ricorsi presentati dagli altri due arrestati, il funzionario dell'Arpa Giuseppe Rotondaro e l'imprenditore Gianluca Locatelli. A Nicoli Cristiani in sede di rimessione della misura cautelare il gip di Milano su richiesta dei pm aveva contestato altri 100 mila euro che l'esponente politico si era fatto promettere oltre alla somma effettivamente incassata e trovata in casa sua durante la perquisizione.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia