lunedì 20 febbraio | 01:27
pubblicato il 24/set/2012 10:15

Taiwan/ Foxconn, rissa nella fabbrica degli i-Phone

Coinvolti 2.000 operai, chiuso per un giorno lo stabilimento

Taiwan/ Foxconn, rissa nella fabbrica degli i-Phone

Taipei, 24 set. (askanews) - Una fabbrica cinese del gruppo taiwanese Foxconn, una delle principali subappaltatrici di Apple, è stata chiusa temporaneamente a seguito di una rissa che ha coinvolto 2.000 operai, nel dormitorio in cui alloggiano i dipendenti. Lo ha riferito oggi la casa madre Hon Hai. La rissa, scoppiata ieri sera nella località di Taiyuan (nord della Cina), ha fatto una quarantina di feriti, ha aggiunto il gruppo in un comunicato. "La fabbrica rimarrà chiusa oggi, solamente oggi, per necessità dell'inchiesta. Riaprirà domani", ha detto all'Afp un portavoce di Hon Hai, Simon Hsing. Secondo il comunicato, si è trattato di una "lite tra diversi impiegati". La polizia ha messo fine alla rissa intorno alle 3 del mattino. "Le autorità locali stanno indagando sulle cause della rissa e noi cooperiamo con loro, ma non sembrano che quelle siano legate al lavoro", ha detto la direzione. La fabbrica di Taiyuan impiega 79.000 persone e produce componenti elettroniche per le automobili e beni di largo consumo. (fonte Afp)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia