domenica 26 febbraio | 13:35
pubblicato il 20/lug/2011 10:53

"Tabula rasa" a Reggio Calabria: tutto ciò che non si può dire

In riva allo stretto venti serate per parlare di temi scottanti

"Tabula rasa" a Reggio Calabria: tutto ciò che non si può dire

A Reggio Calabria, fino al 30 luglio, va inscena "Tabula Rasa 2011 Lo Scandalo", un ciclo di incontri con intellettuali, scrittori e giornalisti su temi di attualità scottanti: le mafie, l'evoluzione del costume in Italia, i nuovi media. Filo conduttore "lo scandalo": stimolare il dibattito, provocare reazioni e interrogarci, usando un termine oramai abusato, per capire se siamo ancora capaci di indignarci. La rassegna curata da Raffaele Mortelliti e Giusva Branca di strill.it ha preso il via il 7 luglio e proseguirà per venti serate. Lo scorso 18 luglio si è parlato di Vaticano: dagli scandali pontifici alla morte di Papa Luciani e la scomparsa di Emanuela Orlandi. Lo scrittore portoghese Luis Rocha ha parlato proprio della ragazza scomparsa: "Emanuela è viva - ha detto - io ci ho parlato. Parlare di morte è un insulto all'intelligenza".

Gli articoli più letti
Roma
Spari davanti a discoteca di Roma: un fermato e un denunciato
Maltempo
Allerta temporali su Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia
Terrorismo
Isis, espulsi 2 tunisini: uno era tra i contatti di Amri
Papa
Papa ai parroci: siate vicini ai giovani che scelgono di convivere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech